Neonato buttato dalla finestra a Trapani, arrestata la madre: ha 17 anni

Trovate tracce si sangue sul davanzale e indumenti sporchi nella spazzatura: agli agenti ha detto che non sapeva di essere incinta
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

PALERMO – La polizia di Trapani ha arrestato la ragazza di 17 anni che ieri ha lanciato dalla finestra della sua abitazione il bimbo che aveva appena partorito. Il corpicino del piccolo era stato trovato da un passante che ha poi avvertito la polizia. La ragazza, sottoposta per tutta la notte a interrogatorio, ha ammesso le proprie responsabilità.

La 17enne, accusata di omicidio, è al momento piantonata all’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani dove ieri era stata trasportata per essere sottoposta a un intervento chirurgico dopo il parto. La polizia scientifica, nel corso del sopralluogo nell’appartamento in cui vive la ragazza, ha trovato tracce di sangue sul davanzale della finestra della camera da letto, oltre che asciugamani e indumenti intrisi di sangue nella spazzatura.

Agli agenti della questura di Trapani la ragazza, in presenza del suo avvocato, ha detto di non sapere di essere incinta e di avere compiuto il gesto perché “sconvolta” dal parto “inaspettato”. All’interno dell’appartamento la polizia ha trovato, oltre che la ragazza, anche una collaboratrice domestica.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

7 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»