Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ex Ilva, Conte: “Pronti alla battaglia del secolo, in tribunale vinciamo”

Il premier a Porta a Porta: "Nazionalizzare? Siamo pronti a tutto, ma non ha senso parlarne adesso"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Non è un problema legale” ma se si arriverà in tribunale con Arcelor Mittal sul recesso dal contratto dell’Ilva “sarà la battaglia del secolo”. Lo annuncia il premier Giuseppe Conte nel corso della registrazione di Porta a porta.

Ci sono elementi giuridici per vincere? “Assolutamente si”, risponde Conte.

LEGGI ANCHE: L’ex Ilva fonde il Governo e nel M5S nasce il partito dei prof

“Per una volta- continua Conte- non dividiamoci, marciamo uniti verso l’obiettivo” di salvare la produzione e l’occupazione dell’Ilva per poi “orientarla verso la transizione energetica. Dobbiamo essere coesi e uniti”.

LEGGI ANCHE: Ex Ilva, Delrio: “L’esecutivo si gioca tutto”. La Lega attacca: “Il governo finisce oggi”

Nazionalizzare l’Ilva? “Stiamo valutando tutte le possibili alternative ma non ha senso parlarne adesso, aspetto una risposta e vorrei incontrare il presidente di Mittal nelle prossime ore”.

LEGGI ANCHE: Ex Ilva, Patuanelli: “Arcelor non rispetta il piano, maggioranza e opposizione siano unite”

L’obiettivo, aggiunge Conte, è che l’Ilva vada avanti, “vedremo con quali strumenti”. “Se mai questo tavolo negoziale con Mittal non dovesse aprirsi o non dovesse essere proficuo”, i criteri che il governo si porrà saranno “la salvaguardia dell’investimento produttivo, la salvaguardia del piano ambientale e dei livelli occupazionali”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»