Emergenza cinghiali, anche Coldiretti Basilicata in presidio a Roma

Sono stati una settantina gli incidenti stradali in Basilicata causati da animali selvatici nei primi dieci mesi del 2019
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

POTENZA – In Basilicata ci sono stati una settantina di incidenti stradali causati da animali selvatici nei primi dieci mesi del 2019, un dato in aumento rispetto all’anno precedente. È quanto emerge da una stima di Coldiretti su dati Regioni e Osservatorio Asaps in occasione del blitz davanti a Montecitorio al quale, secondo quanto riferisce Coldiretti, dalla Basilicata sono giunti oltre cento imprenditori agricoli, accompagnati dal presidente regionale di Coldiretti, Antonio Pessolani, dal direttore regionale, Aldo Mattia, da quello provinciale di Potenza, Franco Carbone, e dal presidente provinciale di Matera, Gianfranco Romano.

“Si è dinnanzi ad una vera e propria emergenza che mette a rischio la sicurezza e la salute degli automobilisti. Una paura – evidenzia Coldiretti Basilicata – che dilaga dalla montagna alla pianura, dalle zone vicino ai fiumi fino a quelle sul mare, ma nei piccoli centri di provincia con meno di cinquemila abitanti sale addirittura all’83% dei residenti”.

“In Basilicata l’eccessiva presenza di selvatici rappresenta un rischio – sottolinea Romano – anche per l’agroalimentare visto che proprio nei piccoli comuni sotto i 5mila abitanti si concentra il 92% delle produzioni tipiche nazionali. Un tesoro messo a rischio dall’avanzata dei cinghiali che sempre più spesso in queste aree si spingono fin dentro i cortili e sugli usci delle case, scorrazzando per le vie dei paesi o sui campi, nelle stalle e nelle aziende agricole”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»