Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Calo della disoccupazione in Sicilia, ma è frutto di rinuncia alla ricerca

Il tasso è sceso al 20% rispetto al 21,4% del 2018, si legge nella nota di aggiornamento al Defr varata dalla giunta regionale siciliana
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – In Sicilia diminuisce il tasso di disoccupazione, ma il dato è figlio della rinuncia alla ricerca di una occupazione che provoca un aumento degli inattivi in età di lavoro.

Nel secondo trimestre di quest’anno il tasso è sceso al 20%, mentre nello stesso periodo del 2018 si era attestato al 21,4%. Il dato è contenuto nella nota di aggiornamento al Defr varata dalla giunta regionale siciliana.

Il miglioramento, che riguarda anche il raffronto con il primo trimestre 2019 quando il tasso si era attestato al 22,3%, tuttavia, “è da attribuire – spiega la nota – all’aumento degli inattivi in età di lavoro che, rispetto alla popolazione di riferimento (15-64 anni), risultano più numerosi, passando dal 47,3% del secondo trimestre 2018 al 47,7% del secondo trimestre 2019. Si tratta di un valore molto più elevato della media nazionale (34%), che evidenzia il fenomeno della rinuncia di una consistente parte di popolazione – si legge ancora – alla ricerca attiva di un lavoro”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»