Forum risorse umane, il 16 novembre appuntamento a Milano

E' di fatto l'unico evento del settore a partecipazione gratuita e conta già 1200 iscrizioni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “La nona edizione del Forum delle Risorse Umane, principale appuntamento italiano annuale dedicato ai temi del Lavoro e del People Management, è in programma giovedì 16 novembre presso il Palazzo Regione Lombardia. Un luogo unico ove TOP Manager, HR professional- annuncia Comunicazione italiana in un comunicato- possono formarsi e dialogare con la comunità politica, economica, scientifica e sociale del Paese”.

“L’unico evento del settore a partecipazione gratuita, ove si incontrano in modo innovativo aziende, istituzioni, PA, business school, associazioni di categoria, sindacati, e professionisti del settore, facendo registrare più di 1.200 iscrizioni. Talk show, Innovation Speech, Executive Circle, Focus Group, Workshop tematici, appuntamenti di Business Matching, Benchmarking group, Interview- continua la nota- caratterizzano una giornata intensa che sempre più è colta come opportunità di confronto e networking”.

“Il tema centrale della nona edizione del Forum delle Risorse Umane nasce dalla riflessione che modelli organizzativi basati sulla valorizzazione del know how e delle competenze analitiche (Knowledge Economy) stanno evolvendo verso una nuova cultura del lavoro in grado di mettere al centro dei propri processi decisionali l’essere umano e la propria dignità. In un simile scenario- continua il comunicato- le tecnologie intelligenti, come vettore di cambiamento, si pongono a metà strada fra l’individuo e l’ambiente che lo circonda, offrendoci gli strumenti per delineare una nuova concezione di economia e di lavoro. La risposta di tali tecnologie, infatti, non solo incide sulla produttività e sulla crescita delle imprese ma trasforma il modo stesso in cui lavoriamo e viviamo”.

Creatività, carattere, passione e spirito collaborativo sono tratti distintivi dell’uomo che, affianco alla tecnologia, determinano il vantaggio competitivo presente e futuro delle organizzazioni. Su queste basi prende vita la Human Economy. Ma come fare per sfruttare questo potenziale? Quali sono i comportamenti da adottare da parte del management? Esiste un framework condiviso per mettere in condizione la persona di esprimere la propria “humanity” in un’organizzazione? A queste domande- spiega la nota- aprendo virtualmente i “cancelletti” con l’iniziativa “FOR#UMAN RESOURCES”, si cercherà una risposta al Forum, durante il quale 100 Opinion Leader si confronteranno con la vasta business community dell’Italia che Lavora e cercheranno un’interpretazione alimentando il dibattito su quelli che sono i concetti chiave del cambiamento: #mobilegeneration #learning #onlinerecruitment #welfare #employerbranding #engagement #softskils #smartworking #hrtransformation #worklifebalance #talentacquisition”.

“A chiusura dell’evento, il Comitato di indirizzo del Forum farà sintesi dei contenuti espressi con un “Manifesto” divulgando le tematiche con le “parole chiave” più rilevanti dell’anno, e più “votate” dal pubblico di specialisti del settore. Manager, decision maker, opinion leader e organizzazioni sono oggi davanti a nuovi contenuti semantici che impongono un’interpretazione in grado di tener conto di tutti gli stakeholder coinvolti nel processo di creazione del valore. Le aziende che riusciranno meglio in futuro- conclude Comunicazione italiana- saranno quelle che si concentreranno su ciò che gli esseri umani sanno fare in modo univoco”.

Qui potete consultare il programma

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»