Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Bersani: “‘Fuori, fuori’? Cori da operetta, non toglierò il disturbo dal Pd”

"Non consentiremo a Renzi di imbrogliare le carte come fa di solito con il giochino del divide et impera", dice l'ex segretario
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Pier Luigi BersaniROMA – “Alla Leopolda possono gridare ‘fuori fuori’ fino a sgolarsi: una pagliacciata che dimostra che in quel posto non c’è cultura politica. Mi ha colpito che nessuno dal palco abbia sedato quei cori da operetta. Il Pd è casa mia. Non toglierò il disturbo. Quindi stiano calmi e sereni”. Lo dice Pier Luigi Bersani al quotidiano ‘La stampa’.

Bersani: “Il Pd è casa mia, mi butta fuori solo l’esercito” AUDIO

“Adesso tutto è chiaro- prosegue-. Non consentiremo a Renzi di imbrogliare le carte come fa di solito con il giochino del divide et impera. Ci sono i Democratici per il Sì e i Democratici per il No. Non faremo comitati, andremo dove ci invitano a parlare, senza astio, senza dividere il mondo tra il bene e il male. C’è un solo partito ed idee diverse, tutte con la stessa legittimità”.

LEGGI ANCHE

Leopolda 7, a Firenze Renzi attacca duramente la minoranza Pd

Leopolda, scontri al corteo del ‘no’. Polizia usa lacrimogeni/FOTO e VIDEO

A Firenze la “Leopolda del sì”/FOTOGALLERY

Confronto Cuperlo-Bersani, la delusione nei gesti dell’ex segretario/FOTO

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»