Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Politico Parlamentare, edizione del 7 ottobre 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

TENSIONE DRAGHI-SALVINI, L’INCONTRO A PALAZZO CHIGI

E’ affidata a un faccia a faccia tra Matteo Salvini e Mario Draghi, la ricomposizione della frattura nella maggioranza e all’interno del governo. L’incontro e’ stato preceduto da una visita di Massimo Garavaglia, ministro del turismo e pontiere leghista. Sul tavolo il tema della tassazione sulla casa. Il premier Mario Draghi ha ribadito che non aumentera’ e che l’azione del governo non segue il calendario elettorale. Le riforme da portare a termine, da qui a fine anno, sono tante e i tempi sono stretti. Matteo Salvini lo incalza e chiede di mettere per iscritto questo impegno. Draghi lo rassicura. “Il governo ha sempre mantenuto gli impegni presi”.

SCUOLA, ENTRO NOVEMBRE BANDI PER 5 MILIARDI

Cinque miliardi alla scuola. E’ la cifra che il governo ha annunciato di voler investire nel mondo dell’istruzione grazie al Pnrr. “Abbiamo messo il sapere al centro della nostra trasformazione”, ha detto il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. Entro novembre saranno avviati bandi per 5 miliardi di euro: 3 saranno investiti sugli asili nido e in parte sulla scuola dell’infanzia; 400 milioni andranno a finanziare nuove mense; 300 saranno utilizzati per le palestre; 800 serviranno a costruire scuole nuove e con 500 si metteranno in sicurezza quelle esistenti. “Istruzione e ricerca sono determinanti”, ha aggiunto il presidente del Consiglio Mario Draghi. In totale, nel settore istruzione e digitale l’investimento complessivo ammontera’ a 17 miliardi. Per la ricerca ci sono 6 miliardi, 5 da investire entro la fine dell’anno. Nei bandi si utilizzeranno misure premiali per donne e giovani. Il 40 per cento delle risorse andrà nel Mezzogiorno.

MERKEL A ROMA, IL GRAZIE DI DRAGHI

Il premier Mario Draghi ringrazia Angela Merkel, al suo ultimo bilaterale da Cancelliere in carica. “E’ stata determinante per il futuro dell’Europa”, dice il presidente del consiglio che rivolge un rigraziamento anche sul piano personale, per il sostegno ricevuto negli anni difficili a capo della Bce. Nel faccia a faccia a Palazzo Chigi, la promessa di tornare in Italia, magari da turista. “Abbiamo bisogno di un’Italia economicamente forte e Mario Draghi ha già fatto passi importanti per raggiungere questo obiettivo”, ha detto Merkel che tuttavia ha negato che l’Italia possa rimpiazzare la Germania alla guida dell’Unione.

CLIMA, COVID E DIRITTI, A ROMA IL SUMMIT DEI PARLAMENTI

Parlamenti per le “persone, per il pianeta e la prosperità”. E’ questo il tema del vertice dei Presidenti dei Parlamenti del G20 riuniti al Senato per discutere di clima e politiche globali con uno sguardo alla crisi sociale e occupazionale causata dalla pandemia da Covid. A introdurre i lavori a Palazzo Madama i presidenti di Senato e Camera Elisabetta Casellati e Roberto Fico. Nei loro interventi hanno sottolineato la grande responsabilità dei legislatori nella gestione delle crisi mondiali. Nel corso dei lavori, un pensiero costante e’ stato rivolto all’Afghanistan, dove le donne stanno subendo una grave lesione dei diritti. Il premier Mario Draghi ha osservato che “si assiste a una loro inaccettabile esclusione”. Presente anche la Speaker della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, Nancy Pelosi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»