hamburger menu

Roma, Buzzi ‘saluta’ Raggi su Facebook. La sindaca uscente: “Sono già tornati”

L'imprenditore condannato nel processo 'Mondo di mezzo' punge la sindaca che ha chiuso quarta alle Comunali. E lei replica

Pubblicato:07-10-2021 17:43
Ultimo aggiornamento:07-10-2021 17:46
Canale: Politica
Autore:
raggi salvatore buzzi
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Un breve video su Facebook fa scoppiare la polemica tra Virginia Raggi e Salvatore Buzzi. L’imprenditore, condannato per associazione a delinquere a dodici anni e dieci mesi nel processo ‘Mondo di mezzo’, in cui in Cassazione è però caduta l’aggravante mafiosa, ha postato sul proprio profilo un video con le immagini montate al contrario dell’arrivo al Campidoglio nel 2016 dell’ormai ex sindaca. Sulle note di ‘Ciao’ di Lucio Dalla, si vede Raggi che, per effetto del montaggio, si toglie la fascia tricolore anziché indossarla. Un modo, insomma, per ‘pungere’ l’esponente del Movimento 5 Stelle, finita quarta alle elezioni comunali che si sono appena tenute a Roma.

LA RISPOSTA DI RAGGI

Il video ‘ironico’ non è certo piaciuto a Raggi, che lo ha rilanciato sul proprio profilo Facebook, con una breve ma eloquente didascalia: “Sono già tornati”. La sindaca uscente in campagna elettorale ha spesso parlato di un sistema di potere criminale che la sua amministrazione aveva allontanato da Roma. Dopo la caduta dell’aggravante mafiosa, Buzzi aveva annunciato azioni legali contro Raggi.

raggi salvatore buzzi

BUZZI E I PANINI CON I NOMI DEI CRIMINALI

Buzzi negli ultimi giorni è tornato agli onori delle cronache per la decisione di aprire una panineria a Tor Vergata in cui gli hamburger hanno i nomi di criminali, reali o di fantasia: da Gomorra a Suburra, fino a Romanzo Criminale. L’ex capo della cooperativa 29 giugno, personaggio di spicco dell’inchiesta ‘Mafia capitale‘ insieme a Massimo Carminati, ha già scontato parte della pena e adesso è in attesa del ricalcolo complessivo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2021-10-07T17:46:10+01:00