Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Taranto sedici arresti per l’inchiesta “The transporter”: usato anche pusher 14enne per vendere la droga

blitz carabinieri
L'indagine è partita dall'incendio dell'auto di Mario Infante, 35enne con precedenti penali, che aveva assunto un ruolo apicale nelle attività di spaccio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BARI – A dare il via all’inchiesta ‘The transporter’, che ha portato all’arresto di 16 persone nel tarantino, è stato l’incendio dell’auto di Mario Infante, 35enne con precedenti penali di Palagiano che aveva assunto un ruolo apicale nelle attività di spaccio di droga nell’area ionica “dando fastidio ad altri spacciatori”, spiegano gli inquirenti. Con l’ordinanza firmata dal gip del tribunale di Taranto ed eseguita dai carabinieri in 13 sono finiti in carcere e tre agli arresti domiciliari: tutti sono accusati, a vario titolo, di detenzione e spaccio di stupefacenti e di detenzione e porto abusivo di armi da sparo.

L’attività d’indagine ha preso il nome dal modus operandi di uno degli indagati, un 27enne, specializzato nel ritiro e trasporto della droga da Taranto a Massafra. Punto di riferimento per gli investigatori sarebbe Tito Mele, 22enne di Massafra, che, grazie a una “fitta rete di fidati pusher”, si approvvigionava di droga “nella città di Taranto per poi rivenderla al dettaglio nei comuni di Massafra, Palagiano, Palagianello e Statte, riscuotendo dalla vendita lucrosi guadagni”.

Il gruppo era solito recuperare i debiti contratti dai clienti in modo violento, spostando per la vendita di droga per lo più di notte e usando, in un caso, un minore di 14 anni perché non imputabile.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»