Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Manuel Bortuzzo cammina col tutore: commozione al Grande Fratello Vip

manuel bortuzzo
Il nuotatore triestino, paralizzato dal 2019 quando un colpo di pistola lo ha raggiunto per sbaglio, si è alzato in piedi nella commozione generale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Un’edizione del Grande Fratello Vip particolare, dove l’attualità è entrata prepotentemente nella casa più spiata d’Italia. Dopo la diretta in cui Jo Squillo si è presentata col niqab in solidarietà alle donne afghane e il coming out di Giucas Casella, ieri si è consumato una sorta di miracolo nel salotto di Canale 5: Manuel Bortuzzo si è alzato in piedi e ha camminato grazie all’utilizzo di un tutore.

Il nuotatore triestino, 22 anni, è rimasto paralizzato nel febbraio del 2019, quando un proiettile lo ha raggiunto per sbaglio durante una sparatoria nella periferia di Roma, lesionandogli il midollo. Nonostante la tragica sfortuna, il ragazzo non si è mai lasciato andare alla rabbia o all’amarezza, anzi, anche all’interno del GF ha sempre mostrato un atteggiamento calmo e riflessivo.

Ieri mattina, con l’aiuto dei due inseparabili amici e concorrenti Alex Belli e Aldo Montano, ha indossato il tutore e appoggiandosi ad un deambulatore è arrivato fino alla cucina, dove gli altri inquilini lo hanno colto con applausi e commozione.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»