Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Conte: “Se Lega va avanti così si rischia la crisi di Governo. Calenda? Arrogante”

"Dal Green pass all'ultimo passaggio in Consiglio dei ministri sulla delega fiscale sono atteggiamenti concretamente incomprensibili"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – “Se la Lega dovesse continuare così il rischio di una crisi di governo c’è”. Questa la risposta data dal leader del Movimento cinque stelle, Giuseppe Conte, nel corso del suo tour elettorale nel Catanese in vista delle Amministrative di domenica e lunedì, rispondendo a una domanda sulle posizioni assunte dal Carroccio. “Dal Green pass all’ultimo passaggio in Consiglio dei ministri sulla delega fiscale – aggiunge – sono atteggiamenti concretamente incomprensibili, non lineari e incoerenti che non fanno bene all’azione di governo”.

“CALENDA? ARROGANTE DETTARE CONDIZIONI

“Calenda fa un suo percorso politico autoreferenziale e noi glielo facciamo fare tranquillamente: siamo forti della nostra storia e della nostra tradizione orgogliosamente. Gli auguriamo molta fortuna ma è all’inizio di un cammino politico e dettare le condizioni agli altri mi sembra quanto meno arrogante“, aggiunge Conte rispondendo a una domanda dei cronisti che gli chiedevano un commento sulla richiesta di Carlo Calenda di tenere fuori i pentastellati da una eventuale giunta Gualtieri a Roma. Parole che non sono piaciute al leader di Azione, che ha replicato dando all’ex premier del “campione di qualunquismo e trasformismo”.

“MAI CHIESTO ASSESSORI, CON GUALTIERI STESSA LINEA”

Gualtieri non ha detto nulla di più o di meno di quello che noi riteniamo. Non avendo chiesto nulla e non avendo pensato di avere assessori non era all’ordine del giorno, quindi ha detto una cosa assolutamente in linea con quello che noi riteniamo riguardo alle valutazioni sul ballottaggio di Roma”, spiega il capo del M5s rispondendo a una domanda dei giornalisti sulle frasi del candidato sindaco di Roma che ha escluso la presenza di nomi pentastellati in una sua eventuale squadra di governo per il Campidoglio. 

“INTERLCOUZIONE CON IL PD PER LA SICILIA”

“Avremo una interlocuzione con il Pd a tutto campo e quindi anche per la Sicilia”. Lo ha assicurato il capo del Movimento cinque stelle, Giuseppe Conte, a Ramacca, nel Catanese, rispondendo a una domanda sulle consultazioni regionali del 2022 nell’Isola.

“Dopo le Amministrative vareremo il nuovo organigramma del movimento – ha spiegato Conte -, anche per quanto riguarda gli organi politici, e il Pd avrà tutti gli interlocutori per potere lavorare al rafforzamento del dialogo con l’obiettivo di presentare una proposta politica competitiva per la Sicilia”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»