Terremoto L’Aquila, sospese le tasse per il 90% delle aziende. Pezzopane: “Vittoria strategica”

Si tratta di 290 aziende colpite dal sisma del 2009
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Un’ottima notizia. 290 aziende colpite dal sisma del 2009 de L’Aquila sono fuori dalla procedura di recupero degli aiuti di Stato: non dovranno restituire le tasse sospese. Risolta situazione di grave stallo grazie al dialogo tra Governo, categorie produttive e Commissione”. Ad annunciare sui social la lieta novella per le imprese aquilane è stato il ministro per gli Affari Europei Vincenzo Amendola. Esulta Stefania Pezzopane, deputata Pd e responsabile nazionale del Dipartimento terremoti e ricostruzione del Pd. “La sospensione delle tasse per oltre il 90% delle aziende aquilane è una vittoria strategia- ha dichiarato- E’ stato risolto alla grande un gravissimo problema che ci aveva afflitti e che avrebbe potuto creare un enorme problema economico e sociale. Ringrazio il ministro Amendola, attento interlocutore di categorie produttive e i sindacati. La sua capacità di ascolto è stata grande ed efficace la soluzione tecnica individuata. Ringrazio anche le forze sociali ed economiche aquilane per aver creduto nella buona politica, che ha funzionato ed è stata concreta. Ne sono felice, ho sollecitato ogni governo, da quello Berlusconi che aveva creato il problema, a tutti gli altri governi succedutisi. Fino a questo esecutivo con Conte, Amendola e Gualtieri straordinari mediatori con la Commissione europea e risolutori efficaci di una enorme questione. Bravissimo Ministro Amendola, sono orgogliosa del lavoro fatto e del traguardo raggiunto”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

7 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»