Da Roma a Guidonia e Pomezia: ecco dove raddoppiano i drive-in nel Lazio

La Regione Lazio: "Aumentiamo gli screening, ma gli operatori lavorano a ritmi serrati"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – La Regione Lazio nei prossimi giorni raddoppierà le postazioni drive-in dove effettuare il tampone, per venire incontro alla maggiore richiesta dovuta anche alle scuole e per abbattere i tempi di attesa. “È nostra intenzione potenziare raddoppiando la rete dei drive-in- ha detto, all’agenzia Dire, l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato- Questa è una fase in cui bisogna aumentare l’attività di screening, per cui i drive-in assieme anche ai laboratori privati autorizzati con la possibilità di fare il test a una tariffa calmierata. Questo consentirà di aumentare il denominatore e noi ci attendiamo anche una riduzione dei tempi di attesa“. D’Amato ha poi aggiunto: “Chiedo sempre di tenere conto delle particolari condizioni, di avere un po’ di pazienza perché i nostri operatori stanno lavorando a ritmi serrati per rispondere ai bisogni della popolazione”.

I LUOGHI

Dall’aeroporto di Guidonia a Monterotondo Scalo, da Priverno ad Aprilia, Gaeta, Pomezia, ma anche nuove aree a Roma. Sono i luoghi dove sono aperti o stanno per aprire i nuovi drive-in per i test Covid, che raddoppieranno l’attuale rete, così come annunciato oggi dall’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. Nella Capitale, oltre al nuovo drive-in dell’ospedale Pertini e a quello che è già partito in via Odescalchi, nell’Asl Roma 2, si va verso l’utilizzo della grande area di Tor Vergata che fu già occupata durante il Giubileo. Ma nella Capitale si stanno valutando anche altre aree.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

7 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»