Firenze, corteo studenti finisce con ‘assalto’ a un liceo. Gli organizzatori: “Privo di senso”

La Rete degli studenti medi di Firenze prende le distanze dall'accaduto: "Un gesto controproducente, che si discosta completamente dalle nostre rivendicazioni"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

buona-scuola_studenti_7-ottobre-2FIRENZE – Il corteo organizzato dalla rete degli studenti medi di Firenze contro la “Buona scuola” è finito male. Partenza da piazza San Marco, arrivo in piazza Santa Maria Novella, luogo dell’assemblea dei giovani prima del rompete le righe. Oltre 200 i partecipanti, “500” per gli organizzatori. In mezzo, però, in via Martelli, a due passi dalla Prefettura, un gruppo di manifestanti, in coda e vicini ai collettivi, hanno tentato una sorta di assalto al liceo Galilei. O meglio, al portone chiuso dell’istituto scolastico. Prima i fumogeni, poi le spallate e i calci. Fino a che sono arrivate due cariche di alleggerimento delle Forze dell’ordine. Assalto finito, ma che ha scatenato la reazione e la condanna della Rete degli studenti medi di Firenze: si è trattato di “un’azione di vandalismo insensato” ad opera di “50 studenti posti alla coda del corteo”.

firenze_studentiUn gesto, sottolinea la coordinatrice Anita Fallani, “privo di senso e controproducente, che si discosta completamente dalle nostre rivendicazioni e dalle nostre idee, il cui risultato sono soltanto alcuni ragazzini ignari che si sono trovati travolti dalle cariche della polizia”. E aggiunge: “È ingiusto che per l’azione di pochi irresponsabili, ci debbano rimettere molti studenti che erano scesi in piazza per i propri diritti”. Alle 18, come annunciato su Facebook, il Cpa Firenze Sud darà vita ad un presidio sotto la Prefettura “per portare in piazza la solidarietà a chi è rimasto ferito dalle cariche. Contro la repressione e la violenza poliziesca i cui metodi ormai sono assunti dagli stessi presidi di molti istituti fiorentini che sprangano le porte delle scuole come fosse una serrata e lasciano pestare gli studenti sui marciapiedi”. Intanto il liceo Galilei è sorvegliato dalle Forze dell’ordine: davanti al portone resta parcheggiato un mezzo della Polizia.

di Diego Giorgi, giornalista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»