Franceschini: “A Pompei serve manutenzione continua per tenerla viva”

"Su Pompei adesso abbiamo il dovere di adempiere all'impegno che abbiamo con l'Unione europea"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Franceschini a PompeiROMA – “Su Pompei adesso abbiamo il dovere di adempiere all’impegno che abbiamo con l’Unione europea. Poi, certo, ha ragione Carandini, il problema non e’ scoprire dopo un po’ che c’è bisogno di restaurare, ma e’ fare manutenzione continua“. Così il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini, che ha risposto a una sollecitazione arrivata dal presidente del Fai, Andrea Carandini, che durante la conferenza stampa di presentazione della Faimarathon ha espresso “il grande desiderio di vedere chiusa a Pompei la fase di manutenzione straordinaria e di aprire quella della manutenzione programmata”.

“E’ una città di 66 ettari e 22 sono ancora da scavare– ha poi aggiunto Franceschini- Sarà sempre un cantiere permanente, senza tetti e aperto alle intemperie. Quindi è evidente che la manutenzione e’ la condizione per tenere viva quella città”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»