Atac, Esposito contrario alla maximulta: “Punizioni non giuste”

L'idea era di multare i dipendenti Atac che hanno contribuito a paralizzare Roma. Ma Esposito non vuole scaricare sui lavoratori responsabilità dei vertici
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il gruppo dirigente di Atac vive in una torre d’avorio e pensa di risolvere i problemi dell’azienda scaricandoli sui lavoratori, con punizioni che non sono giuste. Ma questo gruppo dirigente ha responsabilità profonde per la mancata risoluzione dei problemi che si stanno scaricando sui romani. Per fortuna siamo alla fine di questa esperienza“. Così, raggiunto dall’agenzia stampa Dire, l’assessore ai Trasporti di Roma Capitale, Stefano Esposito, ha commentato l’indiscrezione relativa ad una maxi multa ai dipendenti Atac che si sono resi protagonisti degli scioperi bianchi dei mesi scorsi.

stefano esposito

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»