Coronavirus, il ministro Manfredi: “Ricerca in fase avanzata, in primavera vaccinazione di massa”

Il ministro della Ricerca Gaetano Manfredi: "Italia in prima linea, vaccino di Oxford in fase 3"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “L’Italia sta avendo un ruolo importantissimo nel campo dei vaccini ma anche dei nuovi farmaci. Questa pandemia si combatte da un lato con le vaccinazioni e dall’altro con cure che siano efficaci. La sperimentazione del vaccino di Oxford e’ molto avanti, e’ nella fase 3 che si concludera’ entro la fine di ottobre. Dopo la certificazione Ema, nel momento in cui il vaccino verra’ rilasciato l’Italia sara’ tra i paesi di testa e avra’ le prime dosi. Saranno destinate al personale maggiormente a rischio”. Da Napoli, intervenuto a una conferenza stampa nel Museo archeologico nazionale, il ministro dell’Universita’ e la Ricerca Gaetano Manfredi fa il punto sulla sperimentazione del candidato vaccino Oxford contro il nuovo coronavirus.

Manfredi fa sapere che l’Italia sta seguendo “anche altre sperimentazioni. Quella in corso allo Spallanzani e’ in fase 1 e la fase 3 dovrebbe avviarsi all’inizio del nuovo anno“.

“Come accade sempre in tutte le grandi emergenze, stiamo lavorando su una varieta’ di vaccini per aumentarne l’efficacia: avendo a disposizione piu’ soluzioni – osserva il ministro – possiamo tutelare maggiormente i cittadini e, la prossima primavera, avere i numeri giusti per una vaccinazione di massa“.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

7 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»