Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Anticorruzione, M5S: “Momento storico, da oggi i corrotti fuori dai palazzi”

“È un momento storico per gli italiani: il ddl anticorruzione è stato finalmente approvato dal Consiglio dei ministri e il Paese può iniziare a cambiare volto sul serio"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “È un momento storico per gli italiani: il ddl anticorruzione è stato finalmente approvato dal Consiglio dei ministri e il Paese può iniziare a cambiare volto sul serio. Crediamo fortemente in questo piano anticorruzione, perché è pensato per la tutela di tutti i cittadini e non dei pochi privilegiati dalle leggi ad personam dei governi precedenti”. Cosi’ i componenti M5S della commissione Giustizia della Camera commentano il primo via libera al ddl cosiddetto ‘spazza-corrotti’.

“Il ministro Bonafede- aggiungono- è riuscito nell’intento di condensare in un’unica normativa tutte le misure di cui l’Italia aveva vitale bisogno, in un’ottica legislativa che sostanzialmente equipara il corrotto al mafioso. Le pene più severe sortiranno un forte effetto deterrente e, in alcuni casi, permetteranno di applicare la custodia cautelare in carcere e di effettuare le intercettazioni; la confisca delle ricchezze illecitamente accumulate dai corrotti sarà possibile anche in caso di prescrizione o amnistia. Con il Daspo, infine, chi si fa corrompere rischia seriamente di non mettere più piede in un ufficio pubblico, a vita. Di questo passo, i corrotti staranno realmente fuori dai palazzi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»