Roma 2024, l’ottimismo di Montezemolo e Malagò: “La candidatura avanza bene”

Roma 2024, l'ottimismo di Montezemolo e Malagò
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dopo la pausa estiva riprendono i lavori per la costruzione del dossier e della candidatura olimpica di Roma ai Giochi del 2024. Stamattina, infatti, in Campidoglio si è tenuto il primo vertice post Losanna tra il sindaco di Roma, Ignazio Marino, il presidente del Coni, Giovanni Malagò e il presidente del Comitato promotore della candidatura, Luca Cordero di Montezemolo. Proprio questi due, all’uscita da Palazzo Senatorio, hanno spiegato i contenuti dell’incontro.

L. Cordero di Montezemolo e G. Malagò
L. Cordero di Montezemolo e G. Malagò

Com’è andata la riunione? “Una tragedia… Scherzo, è andata benissimo”, ha risposto con una battuta Montezemolo. “Era importante rivederci e fare il punto di tutto, perché non ci vedevamo da luglio. Va tutto bene, per il momento…”, la chiusura, ancora con un sorriso. Anche per Malagò “è andata benissimo, un incontro di ripresa dopo le vacanze per fare il punto della situazione e lavorare sulla costruzione del dossier in piena collaborazione. Ci rivedremo a breve“. C’è, insomma, un clima di ottimismo, perché “la candidatura avanza bene”. Uno dei temi ancora da sciogliere è quello del Villaggio olimpico, che però sarà oggetto di un incontro apposito: “Il tema del villaggio non è stato trattato, lo faremo nei prossimi giorni con una riunione ad hoc che dobbiamo fissare anche con gli altri attori coinvolti”, ha concluso il presidente del Coni.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»