Bonaccini: “Sì al taglio dei parlamentari”

"Nel programma del centrosinistra da trent'anni, è necessaria una nuova legge elettorale"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “In realtà la riduzione del numero dei parlamentari è nel programma del centrosinistra da quasi trent’anni e io non ho cambiato idea. Avrei preferito accompagnare a questa riforma quella del bicameralismo differenziato, così come reputo necessaria una legge elettorale conseguente. Ma resto favorevole ad avere un Parlamento meno pletorico e più linea con le altre democrazie europee. E, per inciso, più che inseguirli i populisti li ho battuti alle elezioni”. Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia Romagna e della Conferenza delle Regioni, lo dice in un’intervista al Corriere della Sera. “Ribadisco che una nuova legge elettorale è necessaria, ma dubito che si riesca a procedere in tempi così rapidi- prosegue Bonaccini- Confermo anche che in questo momento le risposte economiche e sociali sono molto più urgenti di quelle istituzionali, pur importanti. Se la politica discute di regole nel momento in cui gli italiani perdono il lavoro e le aziende chiudono non va bene”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

7 Agosto 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»