Mafia Capitale: Buzzi fa il nome dell’ex vicesindaco Nieri, che lo querela

Una "meschina strategia difensiva". E' così che Luigi Nieri, ex
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

luigi nieriUna “meschina strategia difensiva”. E’ così che Luigi Nieri, ex vicesindaco di Roma, che ha rassegnato le sue dimissioni lo scorso 14 luglio, commenta la vicenda che lo vedrebbe coinvolto nel giro d’affari di Mafia capitale. Luigi Buzzi, patron della cooperativa ’29 luglio’ e ora in carcere da 6 mesi, ai Pm negli ultimi giorni avrebbe infatti rivelato i nomi di quei politici del Campidoglio con cui intesseva rapporti, facendo anche il nome di Nieri.

Ma l’ex vicesindaco smentisce tutto e non ci sta, e si difende chiamando quella di Buzzi una “strategia” che, ha detto, “mira a colpire la parte sana della città nel tentativo di apparire vittima di un sistema, e non uno dei principali protagonisti di una storia di corruzione e criminalità”, e annuncia quindi battaglia attraverso i suoi legali contro Buzzi ma anche contro quegli organi di stampa “che continuano e continueranno a trattare questo argomento in maniera irresponsabile”, ha concluso.

Di Redazione

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»