hamburger menu

Conte: “Non abbiamo giurato fedeltà a Draghi. Governo deve cambiare marcia”

"Non siamo disponibili a reggere il moccolo al grande centro e alla destra", dice il leader M5s all'assemblea congiunta dei parlamentari M5s

giuseppe_conte
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – “Noi non abbiamo giurato fedeltà a Draghi, abbiamo giurato fedeltà agli italiani e al Paese“. Lo dice il leader M5s Giuseppe Conte all’assemblea congiunta dei parlamentari M5s.

“Le condizioni per proseguire questa collaborazione sono una forte discontinuità. il tempo è già scaduto, il governo deve cambiare marcia. Non siamo disponibili a reggere il moccolo al grande centro e alla destra. Siamo proprio fuori strada, bisogna cambiare marcia e intervenire con una serie di misure”. Lo dice il leader M5s Giuseppe Conte all’assemblea congiunta dei parlamentari M5s.

COMUNITÀ M5S DEVE CAPIRE SE CI SONO RAGIONI PER PROSEGUIRE

“Ho riassunto” al premier Draghi “che questa è una comunità che ora ha bisogno di capire se ci sono le condizioni, le ragioni per proseguire e condividere una responsabilità di governo”.

Quelle che abbiamo indicato sono “urgenze che non richiedono una pronta risposta. Occorre però una risposta in tempi ragionevoli. Nessun rinvio a dopo l’estate. In questo mese, nei prossimi giorni, andrà chiarita qual è la disponibilità di Draghi e del governo a lavorare con noi“. Dovrà essere “reale e rispondere in modo chiaro alle questioni che poniamo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-07-07T12:54:30+02:00