Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Chiuso l’ospedale da campo dell’Esercito ad Aosta

ospedale militare aosta
Nei sei mesi di attività, i suoi 20 posti letto per pazienti Covid a bassa intensità sanitaria e due posti sub-intensivi hanno accolto 33 pazienti paucisintomatici
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

AOSTA – Con una breve cerimonia di commiato, oggi nel primo pomeriggio al Palazzo regionale, è stato chiuso in modo ufficiale l’ospedale da campo dell’Esercito, ospitato da dicembre in uno dei capannoni di VdA Structure nell’Espace Aosta di via Lavoratori vittime del Col du Mont. Era stato inaugurato alla presenza del generale Francesco Paolo Figliuolo, all’epoca comandante logistico dell’esercito e oggi commissario straordinario per l’emergenza Covid-19.

Nei sei mesi di attività, l’ospedale da campo allestito con 20 posti letto per pazienti Covid a bassa intensità sanitaria e due posti sub-intensivi ha accolto 33 pazienti paucisintomatici -con sintomi respiratori lievi- che hanno avuto una degenza media di circa 20 giorni. Fino a marzo, nella struttura hanno operato vari profili sanitari dell’Esercito, oltre a 18 unità logistiche: nello specifico un medico responsabile della struttura, quattro medici, nove infermieri, tre operatori socio sanitari e otto operatori logistici della sanità.

“A seguito del progressivo avanzamento della campagna vaccinale e alla diminuzione dei casi ospedalizzati, l’assetto sanitario presso l’ospedale da campo è stato ridotto a favore dei centri vaccinali regionali” spiega la Regione. All’incontro in Regione erano presenti il presidente Erik Lavevaz, l’assessore alla Sanità, Roberto Barmasse, il capo di gabinetto della Regione, Paolo Di Nicuolo, il capo della protezione civile valdostana, Pio Porretta, il direttore generale dell’Usl VdA, Marco Ottonello, il vicecomandante dei Supporti logistici dell’esercito, colonnello Alessandro Tassi, il comandante del Centro addestramento alpino, generale di brigata Matteo Spreafico, l’ufficiale responsabile regionale, colonnello Giovanni Santo, il comandante del Primo reparto sanità, tenente colonnello Filippo Tremolada, il direttore dell’ospedale da campo, tenente colonnello medico Tommaso Sciarra, e l’ufficiale coordinatore regionale, tenente colonnello medico Massimo Stella.

LEGGI ANCHE: Morti per Covid nelle case di riposo: per il Pm di Aosta manca causa-effetto

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»