Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Minori, Laura Boldrini presenta proposta di legge di riforma del sistema degli affidi

L'ex presidente della Camera è la prima firmataria di una proposta per gli interventi in caso di abusi e atti di violenza domestica
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Tre giorni fa, il Tribunale per i minori di Roma ha stabilito l’allontanamento di suo figlio e la sospensione di ogni rapporto, oltre alla decadenza dalla responsabilità genitoriale. Perché? Perché Laura Massaro sarebbe una ‘madre alienante’ del figlio rispetto al rapporto col padre. E il suo, dunque, un caso di alienazione parentale. Stiamo parlando, chiariamolo subito, di una teoria ascientifica rigettata da Oms, ministero della Salute, Istituto superiore di sanità e Ordine degli psicologi”. Lo scrive su Facebook la deputata del Partito democratico Laura Boldrini, annunciando di aver presentato una proposta di legge per riformare il tema dell’affido in casi di violenza domestica. “La storia di Laura non può lasciarci indifferenti – ha proseguito l’ex presidente della Camera – Perché non è isolata e perché parla di stereotipi patriarcali e disinteresse verso i minori durante le cause di separazione e affidamento nonostante la denuncia di maltrattamenti in famiglia. Per questo, insieme a esperte ed esperti, ho formulato e depositato una proposta di legge per riformare il tema dell’affido in casi di violenza domestica. La proposta vuole rafforzare ascolto e protezione dei minori, e intervenire per contrastare l’uso giudiziario di teorie ascientifiche come appunto l’alienazione parentale in tutte le svariate definizioni dietro cui essa viene nascosta e dunque applicata”.

LEGGI ANCHE: Caso Massaro, è ancora il tempo di Socrate nella diatriba tra giudici e legge

“La pdl sarà presto discussa, insieme ad altre sulla stessa materia, in commissione Giustizia della Camera. Lo dobbiamo alle madri ma ancor di più ai figli e alle figlie, il cui benessere deve essere per lo Stato prioritario”, ha concluso Boldrini in merito alla proposta di legge ‘Modifiche al codice civile e altre disposizioni in materia di affidamento e ascolto del minore e di protezione da abusi e atti di violenza domestica’, a sua prima firma e sottoscritta dalle deputate Lucia Annibali, Nadia Aprile, Stefania Ascari, Elisabetta Maria Barbuto, Valentina Barzotti, Vincenza Bruno Bossio, Vittoria Casa, Susanna Cenni, Lucia Ciampi, Rina De Lorenzo, Rosa Maria Di Giorgi, Yana Chiara Ehm, Flora Frate, Antonella Incerti, Maria Anna Madia, Vita Martinciglio, Romina Mura, Rossella Muroni, Giuseppina Occhionero, Antonella Papiro, Barbara Pollastrini, Lia Quartapelle, Doriana Sarli, Simona Suriano, Elisa Tripodi, Virginia Villani.

LEGGI ANCHE: Minori, M5s: “Sbalorditi dalla decisione del tribunale sul caso di Laura Massaro”

Caso Laura Massaro, D.i.Re scrive a Mattarella

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»