Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Le vittime del Ponte Morandi: disegno di legge anche per la strage della funivia

funivia stresa mottarone
Egle Possetti a Torino ha illustrato la proposta con le misure per gli orfani dell'incuria
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

TORINO – “Questo disegno di legge fa sì che tutte le vittime di questa strage e di quelle che speriamo non avvengano in futuro possano essere riconosciute vittime dell’incuria“. Così alla ‘Dire’ Egle Possetti, presidente del Comitato Vittime Ponte Morandi, presenta la proposta di legge che il suo Comitato ha illustrato oggi ai parlamentari piemontesi nella Sala Trasparenza della giunta regionale del Piemonte, alla presenza del presidente della Regione Alberto Cirio. “Vogliamo che lo Stato sia garante della sicurezza e della salute dei cittadini: lo Stato deve dimostrarsi in grado di proteggerci”, ha detto Possetti. La legge prevede un piccolo beneficio economico e un importante beneficio simbolico che accompagni la memoria con un’azione concreta di supporto dello Stato nel tempo.

Ci sarebbero dei benefit per gli orfani che potrebbero avere priorità in qualche concorso, come è stato fatto per le vittime del terrorismo”, spiega Possetti. “L’impianto legislativo è come quello delle altre stragi: quello che cambia, e per noi è fondamentale, è che questa sia una legge quadro che valga da qui in poi”. Una legge che si applicherebbe anche al caso più recente dell’incidente della funivia Stresa-Mottarone, aggiunge Possetti: “Non avremmo mai pensato che questo nostro disegno di legge potesse essere da subito applicato al Mottarone, e questo ci dispiace molto”.

LEGGI ANCHE: I parenti delle vittime del Ponte Morandi presentano una legge per le “vittime di incuria”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»