‘Protagonisti’, dall’8 giugno i webinar con i nuovi italiani

I giovani con background migratorio si confronteranno con attori istituzionali, politici e della societa' civile su diritto di voto alle elezioni locali
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Rappresentanza, partecipazione, cittadinanza e politica sono i temi della quarta edizione di ‘Protagonisti! Le nuove generazioni italiane si raccontano‘, il seminario del Coordinamento nazionale nuove generazioni italiane (Conngi), che da lunedi’ 8 giugno si articolera’ in tre appuntamenti online trasmessi in diretta sulla pagina Facebook dell’organizzazione.

I giovani con background migratorio si confronteranno con attori istituzionali, politici e della societa’ civile su diritto di voto alle elezioni locali (lunedi’ 8 giugno alle 18), “eletti” con background migratorio (mercoledi’ 10 giugno, alle 18) e riforma della cittadinanza (venerdi’ 12 giugno, alle 18).

Organizzato dal Conngi in collaborazione con il ministero del Lavoro e delle politiche sociali, Protagonisti! mette al centro la voglia di partecipazione e la necessita’ di rappresentare le istanze di una porzione sempre piu’ consistente della popolazione, ponendosi con forza una domanda: come allargare in ottica inclusiva il concetto di cittadinanza tenendo conto dell’elemento identitario e del senso di appartenenza di migranti e nuove generazioni con background migratorio? Secondo il Conngi, “la questione e’ oggi piu’ attuale che mai, considerato che nel panorama italiano ed europeo stiamo assistendo a un’intensa politicizzazione dei temi legati alle migrazioni e a una polarizzazione delle posizioni che non sempre tengono conto della realta’ dei fatti”.

“I migranti e le nuove generazioni con background migratorio, presenze vive e attive nelle nostre comunita’ – si evidenzia in una nota – sono quasi sempre oggetto e non soggetto della discussione, quindi sono esclusi da un confronto che, pur avendo effetti determinanti sulle loro vite, li coinvolge solo passivamente”. Ancora il Conngi: “La possibilita’ di partecipare alla vita pubblica e le relative forme di rappresentanza, a livello locale come nazionale, sono fortemente limitate dal legame finora indissolubile tra diritti politici e cittadinanza costituzionalmente intesa. Ma i tempi sono ora maturi per essere finalmente ‘Protagonisti!‘” 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

7 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»