Cerchi un pediatra di notte o d’estate? Arriva la app

'SosPediatra' garantisce una copertura nazionale in tutte le regioni italiane, con un servizio disponibile 24 ore su 24 e 7 giorni su 7
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Agevolare i genitori nella ricerca di pediatri disponibili sul territorio nazionale ad effettuare visite a domicilio, soprattutto in vista dei mesi estivi per chi è in viaggio e lontano dal proprio medico di riferimento. Grande successo per l’app ‘SosPediatra’ che, grazie ad accordi con i sindacati nazionali di medici, con l’Osservatorio nazionale specializzandi Pediatria e alcuni gruppi assicurativi (My Assistance, Axa, Nobis Assicurazione, Filo Diretto Assicurazione), garantisce una copertura nazionale in tutte le regioni italiane, con un servizio disponibile 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Per prenotare una visita, basta scaricare gratuitamente l’app e creare un proprio profilo, inserendo i dati anagrafici richiesti (numero di figli e loro data di nascita). Sull’app si sono già registrati 45mila utenti, 230 pediatri su tutto il territorio e sono state erogate già 1000 visite.

“La popolazione pediatrica conta circa 8.060.204 bambini e si calcola che il 15% di piccoli in Italia sia senza pediatra di riferimento- fa sapere Alessandro Basso, founder and Ceo di ‘SosPediatra’- Si contano, inoltre, circa 5.000.000 accessi al pronto soccorso, di cui il 60% sono codici bianchi. In questo contesto, ‘SosPediatra’ si configura come il primo strumento in grado di mettere direttamente e rapidamente in contatto il pediatra con le famiglie aiutandole a risolvere i problemi dei propri figli senza congestionare i pronto soccorso, necessari per le emergenze”. L’app è stata ideata per mettere in contatto i genitori con il pediatra più vicino, individuabile grazie al sistema di geolocalizzazione (prestazioni a prezzi fissi: 80 euro per visite diurne e 100 euro notturne).

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

7 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»