M5s, Patuanelli apre al terzo mandato: “Regole si possono cambiare”

Il ministro per le Politiche agricole chiede a Davide Casaleggio di consegnare l'elenco degli iscritti e sulle amministrative spiega: "Col Pd dove ci sono le condizioni, altrimenti andiamo da soli"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Quella di Casaleggio è una questione politica. Davide Casaleggio ha scelto di fare politica separatamente dal M5s perché non ha condiviso determinate scelte, tuttavia se c’è un divorzio allora deve esserci davvero e Casaleggio deve consegnarci l’elenco degli iscritti“. Lo ha detto il ministro per le Politiche agricole, Stefano Patuanelli, intervistato ad Agorà su Rai 3. Il ministro non ha escluso una modifica delle norme che attualmente vietano il terzo mandato per gli esponenti del M5s: “È un tema che non mi affascina, la regola è chiara ma le regole con il consenso comune possono essere modificate“.

LEGGI ANCHE: M5s, Conte contro Casaleggio: “Consegni dati iscritti, non si può fermare il Movimento”

“ALLEATI COL PD DOVE CI SONO LE CONDIZIONI, ALTRIMENTI DA SOLI”

In vista della tornata di elezioni amministrative del prossimo autunno e dei colloqui con il Pd per presentare candidati unitari, Patuanelli ha fatto il punto della situazione: “Alle amministrative dove ci sono le condizioni parleremo con il Pd, dove non ci sono andremo da soli. Lo faremo certamente in due città tra cui Roma – dove il nostro candidato è Virginia Raggi – e Trieste“.

LEGGI ANCHE: Cuccu stoppa Conte leader M5S, Zingaretti vuol fare il sindaco di Roma

“SUL COPRIFUOCO IL TEMA È SANITARIO, NON POLITICO”

E sulla battaglia politica a proposito del coprifuoco, il ministro per le Politiche agricole invita a essere cauti: “Sul coprifuoco noi diciamo di guardare i dati e poi decidere. Non può essere un elemento di dibattito politico – ha sottolineato Patuanelli – Dire oggi quello che faremo significa prendere una posizione politica che non ha nessun senso, su quella che è una decisione sanitaria. Quella di Salvini e Meloni è una strategia politica. C’è qualcuno che utilizza anche la pandemia per parlare alla pancia del Paese e fare propaganda politica”.

LEGGI ANCHE: Covid, l’Rt in Italia è in risalita. L’Iss: “Proseguire con le restrizioni”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»