Coronavirus, da Regione Calabria 120 milioni per la ripartenza

Due le linee di intervento a fondo perduto: la prima da 40 milioni, denominata "Riapri Calabria" e la seconda, "Lavora Calabria", da 80 milioni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA – Centoventi milioni di euro a fondo perduto per il comparto produttivo della Calabria. Questo è il primo provvedimento che la giunta regionale della Calabria, guidata dalla governatrice Jole Santelli, ha presentato oggi nel piano “Riparti Calabria” per il sostegno dell’economia locale, in crisi a causa dell’emergenza coronavirus. Il provvedimento, inserito in due bandi regionali, fa riferimento a due linee specifiche, la prima da 40 milioni di euro, denominato “Riapri Calabria” prevede l’erogazione di un bonus da 20.000 euro alle aziende fino a 8 dipendenti che hanno dovuto chiudere per il lockdown. Il bando è in fase di pubblicazione. La seconda linea di intervento: “Lavora Calabria”, ammonta a 80 milioni di euro, si tratta di un bonus concesso nella forma di un contributo all’occupazione in ragione di 250-350 euro per ogni addetto. Il contributo viene riconosciuto per un periodo di 5/6 mesi. La proiezione del bonus prevede l’erogazione di 300mila voucher occupazionali.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»