Giornale radio sociale, edizione del 7 maggio 2020


 

SOCIETA’ – Ricette green. Legambiente presenta 33 proposte sostenibili per rilanciare l’Italia. Ascoltiamo il servizio di Anna Monterubbianesi.

La Fase 2 è un’occasione di ripartenza che l’Italia non deve sprecare. Così Legambiente riassume il senso delle sue proposte al Governo. Interventi sostenibili per rilanciare l’economia e aiutare famiglie e imprese puntando su semplificazioni delle procedure e sblocco di risorse e di provvedimenti rimasti in stallo. Si va dalla banda larga alle auto elettriche, a scuole sicure e case dove si riducono le bollette energetiche, a misure per togliere le barriere che rallentano l’economia circolare, fino a bonifiche dei siti inquinati e alla rigenerazione urbana. Fondamentali investimenti green che consentono anche la riduzione delle disuguaglianze. La sfida è infatti di rilanciare l’economia e di dare risposta anche ad altre due grandi crisi, quella climatica e quella sociale.

INTERNAZIONALE – Il virus e i suoi derivati. «Se non si agisce in fretta, le conseguenze del Covid-19 uccideranno più persone della pandemia». È l’allarme lanciato da Caritas Internationalis, che sottolinea i pericoli per le comunità vulnerabili che vivono nei Paesi più poveri: all’emergenza sanitaria si sommano malnutrizione, disastri naturali e migrazioni forzate.

ECONOMIA – Fase non profit. Accesso agevolato al credito, una copertura finanziaria adeguata del fondo per gli acquisti dei dispositivi di protezione individuale e per attività di sanificazione, una copertura assicurativa ad hoc per i volontari. Sono alcuni degli interventi che il Forum Terzo settore ha chiesto al governo ricevendo il via libera di Conte.

DIRITTI – L’uomo che lavora. “Accolgo l’appello di tutti i lavoratori sfruttati e invito a fare della crisi l’occasione per rimettere al centro la dignità della persona e del lavoro”. Lo ha detto ieri papa Francesco durante l’udienza del mercoledì. “In occasione del Primo maggio – ha rivelato il pontefice – ho ricevuto diversi messaggi riferiti al mondo del lavoro e ai suoi problemi. In particolare, mi ha colpito quello dei braccianti agricoli, tra cui molti immigrati, che lavorano nelle campagne italiane. Purtroppo tante volte vengono duramente sfruttati”.

CULTURA – Per non restare indietro. Dodicimila euro raccolti con la prima maratona solidale organizzata da Oxfam per colmare il divario digitale. Il servizio è di Carla Capponi

Nell’Italia colpita dall’emergenza Covid, bambini e ragazzi non hanno tutti la stessa chance di collegarsi a internet. Da qui l’idea di Stefano Guerrera, influencer e autore e del format “Se i quadri potessero parlare”, che domenica 3 maggio ha animato “Quattro ore contro il COVID”, la prima maratona benefica in Italia su Instagram, in diretta dal suo profilo seguita da oltre 180.000 persone. L’iniziativa ha consentito di raccogliere oltre 12 mila euro che Oxfam userà per acquistare tablet e PC da donare a bambini e ragazzi, che fino ad oggi non hanno potuto seguire le lezioni online. I dispositivi saranno infatti destinati alle famiglie italiane e straniere in maggiore difficoltà, assieme alle scuole primarie e secondarie con cui Oxfam è già al lavoro con progetti di didattica inclusiva per contrastare l’abbandono scolastico.

SPORT – Chi è l’animale? In Svezia un fantino italiano è stato escluso dalle corse per sei mesi in nome del benessere equino. Infatti, il driver e l’allenatore sono stati puniti per aver colpito con un paio di violente frustate la cavalla Zarina Bi. Vietato l’accesso alle strutture ippiche svedesi e multa. Ora lo stop potrebbe essere applicato anche in Italia: infatti, il provvedimento è estendibile alle altre nazioni.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

7 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»