NEWS:

Tg Scuola, edizione del 7 aprile 2023

Si parla di liceo made in Italy, viaggi d'istruzione e TOLC di medicina

Pubblicato:07-04-2023 14:37
Ultimo aggiornamento:07-04-2023 14:37

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

LA PROPOSTA DEL GOVERNO: ISTITUIRE UN LICEO DEL MADE IN ITALY

La proposta di un liceo del Made in Italy, lanciata dalla presidente del Consiglio Giorgia Meloni durante la sua visita al Vinitaly di Verona, ha fatto discutere il mondo della scuola e della politica. L’idea, che era stata presentata da Fratelli d’Italia già nella campagna elettorale, è quella di istituire un percorso che ha l’obiettivo di “formare gli studenti sia dal punto di vista della conoscenza della produzione italiana di alto livello, sia della promozione delle attività di business orientate verso il mercato estero”. Ma i dirigenti scolastici frenano. Per Attilio Fratta, presidente nazionale di Dirigentiscuola, “se si vuole davvero valorizzare l’istruzione tecnica e professionale, non basta denominare ‘liceo’ un percorso quinquennale già incastonato all’interno del quadro della Buona Scuola”. Per Antonello Giannelli, invece, presidente dell’Associazione nazionale presidi, il problema è che “le iscrizioni agli istituti tecnici stanno diminuendo sempre di più, mentre i licei sono in crescita. L’idea, quindi, è quella di mettere insieme la gestione del business aziendale con materie tipiche degli istituti tecnici come enogastronomia, agraria e moda. Un istituto a tutto tondo, che possa essere però competitivo con gli altri licei”.

VIAGGI D’ISTRUZIONE: 50 MLN PER L’ANNO SCOLASTICO 2023/2024

50 milioni di euro per consentire alle scuole di coinvolgere il più ampio numero possibile di studenti in viaggi d’istruzione e visite didattiche, nell’anno scolastico 2023/2024. Le risorse saranno stanziate con particolare attenzione per i ragazzi provenienti da famiglie meno abbienti. L’azione è stata intrapresa dal ministero dell’Istruzione per sostenere e incoraggiare la ripresa dei viaggi d’istruzione, facendo fronte al problema dei rincari generalizzati. “La difesa del diritto allo studio è una priorità per il Ministero dell’Istruzione e del Merito- ha dichiarato il ministro Valditara- e presuppone la partecipazione di ogni giovane, senza che sia di pregiudizio la propria condizione sociale, a tutte le esperienze formative offerte dalla scuola. Tra queste rientrano a pieno titolo i viaggi d’istruzione e le visite didattiche, importanti occasioni di apprendimento e di crescita umana e civica- ha aggiunto il ministro- È per questo che sosterremo concretamente il ritorno al loro pieno utilizzo, nel rispetto dell’autonomia scolastica, anche per raggiungere un completo recupero della socialità dei ragazzi dopo le limitazioni imposte dalla pandemia”.

OLTRE 79MILA ISCRITTI ALLE PROVE DI AMMISSIONE IN MEDICINA

Sono oltre 79mila gli iscritti alle prove nazionali di ammissione ai percorsi di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e chirurgia, Odontoiatria e protesi dentaria e
Medicina veterinaria in lingua italiana. Analizzando il dato di genere, sul totale degli iscritti, le donne sono circa il 70 per cento rispetto al 30 per cento degli uomini. Per la prima volta le selezioni avverranno a seguito del superamento della prova d’esame TOLC (Test OnLine CISIA). Un test ripetibile, aperto alle studentesse e agli studenti iscritti all’ultimo e penultimo anno delle scuole secondarie di secondo grado. Per Medicina e chirurgia e Odontoiatria e protesi dentaria gli iscritti in totale sono 72.450. Gli studenti candidati dell’ultimo anno delle secondarie sono 27.625. Mentre più di 16mila sono i ragazzi del quarto anno. Dal 13 al 22 aprile è fissata la prima finestra di prove TOLC per il 2023.


AL VIA LA XIII EDIZIONE DEL ‘PREMIO TERESA SARTI STRADA’ DI EMERGENCY

Disegni e illustrazioni, testi, ma anche audio o video su storie di vita reale o di fantasia, che raccontino cosa vuol dire ‘scegliere’. È quello che viene richiesto ai bambini e agli adolescenti per la tredicesima edizione del ‘Premio Teresa Sarti Strada’ di Emergency dedicato agli studenti delle scuole primarie e secondarie di I grado di tutta Italia, che potranno esprimere la loro creatività in tanti modi diversi, collaborando con i loro compagni di classe e gli insegnanti, per spiegare il significato di una scelta. Il bando, dedicato a Teresa Sarti, co-fondatrice di Emergency insieme a Gino Strada, offre agli studenti di tutto il Paese la possibilità di partecipare con un elaborato grafico, scritto o audio-video. Per i 9 elaborati selezionati dalla giuria, 3 per ogni categoria, gli istituti scolastici riceveranno un premio per acquistare materiale didattico. La giuria potrebbe inoltre assegnare un premio speciale a uno dei lavori che si contraddistingua per espressività, tecnica e immediatezza. Per tutti la cerimonia di premiazione si terrà con un evento a fine maggio.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy