VIDEO | Coronavirus, lo psicologo: “La quarantena è più difficile per gli adolescenti”

Come stanno affrontando questo complesso momento di isolamento? Risponde Ciro Raia dell'Ido
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Gli adolescenti rispondono a questa situazione di quarantena con modalità differenti. C’è chi vive con serenità e tranquillità il momento, chi tende ad avere un umore depresso, a mostrare ansia, senso di oppressione, attacchi di panico e anche angoscia per la situazione e per il futuro, sviluppando la paura di morire. Altri tendono a diventare più esplosivi e a mostrare rabbia, aggressività, reazioni spropositate e incontrollate contro chi è più vicino a loro”. Sul tema interviene Ciro Raia, psicoterapeuta dell’Istituto di Ortofonologia (IdO), che nel video pubblicato sul canale Youtube ’30 psicologi in ascolto’ nell’ambito del progetto ‘Lontani ma vicini’ su Diregiovani.it, analizza alcuni possibili effetti della quarantena sugli adolescenti.

“Chi tende ad avere un umore depresso- spiega lo psicologo- potrebbe chiudersi in camera e avere pochi contatti con chi condivide i suoi spazi, non avere cura di sé, del proprio corpo né fisicamente né mentalmente e lasciarsi andare. Altri giovani potranno essere aggressivi e reagire rispondendo male, provocando e cercando la lite”.
Secondo Raia per aiutare gli adolescenti a essere più sereni “è necessario ridare loro il tempo e la routine. Prima avevano numerosi impegni, la scuola, lo studio e lo sport. Bisogna che anche adesso abbiano degli impegni con orari precisi- rimarca lo psicologo- quindi ci deve essere un orario per studiare, uno per fare attività fisica o per stare al cellulare e giocare al computer. In questo modo- spiega raia- si eviterà anche che ci sia un’inversione del giorno e della notte. E’ importante che restino in contatto con amici e parenti attraverso la tecnologia, con le videochiamate. E poi devono recuperare la creatività che per numerosi impegni era stata tralasciata. La cosa da evitare- conclude- è giudicarli, quella da fare è coinvolgerli nelle attività casalinghe o ludiche”.

COME CONTATTARE GLI PSICOLOGI

È possibile seguire i consigli degli psicologi sul canale YouTube dell’Istituto di Ortofonologia, o sul sito Diregiovani.it. Si possono inviare richieste a tre indirizzi: per i ragazzi sportellostudenti@diregiovani.it, per i docenti sportellodocenti@diregiovani.it, per i genitori esperti@diregiovani.it. E’ attivo anche il numero di telefono(solo per sms e whataspp): +39 3334118790.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

7 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»