Coronavirus, possibile riconversione degli impianti Blutec di Termini Imerese

L'ex stabilimento Fiat in provincia di Palermo potrebbe diventare un hub tecnologico per la produzione di dispositivi e macchinari da destinare al sistema sanitario
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

PALERMO – L’ex stabilimento Fiat di Termini Imerese, in provincia di Palermo, potrebbe diventare un hub tecnologico per la produzione di dispositivi e macchinari da destinare al sistema sanitario. L’idea è del distretto produttivo Meccatronica che, come anticipa oggi ‘IlSole24Ore’, ha già avuto contatti con i commissari di Blutec, azienda proprietaria dello stabilimento finita sotto amministrazione straordinaria a seguito di una inchiesta sui fondi pubblici erogati per il rilancio del sito.

“Guardiamo con attenzione al lavoro del distretto Meccatronica – dice l’assessore regionale alle Attività produttive, Mimmo Turano – che è in condizione di avviare un lavoro sinergico tra imprese e può mettere a regime un progetto di riconversione”. Del progetto è stato informato Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia e commissario straordinario per l’emergenza coronavirus. Il dossier per l’utilizzo dello stabilimento è stato preparato da Antonello Mineo, presidente di Meccatronica in Sicilia.

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

7 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»