Australia, il cardinale Pell prosciolto dalle accuse di pedofilia

Pell era stato dichiarato colpevole di aver abusato sessualmente di due coristi di 13 anni sorpresi a bere il vino della messa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il cardinale australiano George Pell e’ stato prosciolto da ogni accusa di pedofilia e torna in liberta’.

Il cardinale era stato condannato per pedofilia a sei anni – sentenza confermata lo scorso agosto dalla Corte d’appello dello Stato di Victoria -, oggi è stato prosciolto dall’Alta Corte, l’organo di giudizio finale in Australia.

Pell era stato dichiarato colpevole di aver abusato sessualmente nel 1996 nella sacrestia della cattedrale di Melbourne, quando era arcivescovo della diocesi, di due coristi di 13 anni sorpresi a bere il vino della messa

La sentenza dell’Alta Corte e’ stata annunciata questa mattina in un’aula di tribunale quasi vuota a Brisbane a causa delle restrizioni previste per il Covid-19.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»