Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Bologna pronto il piano cantieri per l’estate: sono 100

La maggior parte dei cantieri è concentrata nel centro storico e si tratta di interventi per il rifacimento della pavimentazione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Bologna si prepara ad un’altra estate di cantieri stradali, da giugno a settembre: gli interventi di pavimentazione sono un centinaio e interessano circa 16,5 chilometri per circa 49.500 metri quadrati. Il valore dei lavori è di 6,2 milioni di euro, oneri compresi: serviranno a rifare pavimenti di strade e piazze, marciapiedi, ripristinare tratti della rete di raccolta delle acque piovane, eliminare barriere architettoniche, adeguare la segnaletica. Il piano dei lavori ha ricevuto il semaforo verde in giunta e segue la Conferenza dei servizi del 2 marzo che ha analizzato e programmato le attività insieme a chi per scopi diversi è impegnato nei cantieri o è interessati per motivi di lavoro a conoscere i provvedimenti temporanei di modifica della viabilità (Enel sole, Hera, E-distribuzione, Metroweb, Tim, Tper, Consorzio autonomo taxisti). La Conferenza dei servizi, peraltro, quest’anno è stata anticipata, come l’approvazione della pianificazione in giunta, “per consentire una valutazione preventiva con un ampio margine di tempo con l’obiettivo di ridurre al minimo l’impatto dei cantieri sulla vita cittadina“, specifica il Comune. Si sta ora approntando l’informazione ai negozi delle strade dove apriranno dei cantieri. La parte del centro storico più interessata dai cantieri stradali è compresa tra Castiglione e Santo Stefano-Farini, con un’appendice in via Guerrazzi e via Dante. L’altra zona è la fine di via Indipendenza (il tratto in corrispondenza di piazza XX Settembre) e il ponte Matteotti. Via Castiglione, tra piazza della Mercanzia e via Clavature, rimarrà chiusa quattro settimane nel cuore dell’estate per rimuovere la pavimentazione provvisoria e ripristinare quella lapidea. Verranno fatti rappezzi nel tratto tra Clavature e Farini.

Sempre nel periodo estivo, saranno svolti lavori stradali in via de’ Carbonesi e via Barberia, con restringimenti localizzati e chiusura di porzioni delle strade per lo stretto necessario: qui si rimuoveranno le parti smosse della pavimentazione in basoli e si riempiranno i vuoti con bitume. Vale lo stesso per via Santo Stefano e via Farini, dove compariranno restringimenti localizzati perché i lavori saranno realizzati a tratti e solo per rimuovere le parti smosse e riempirne i vuoti. La pavimentazione stradale sarà poi completamente rifatta in via Dante, che diventerà a senso unico durante i lavori, programmati dopo la chiusura delle scuole. Rimarrà invece chiusa per tre settimane via Guerrazzi, dove è in programma un intervento di ripavimentazione dell’intera strada con sistemazione dei marciapiedi. Tra i cantieri in programma, uno riguarda Piazza Malpighi: rispetto al progetto iniziale di riqualificazione della piazza resta infatti ancora da eseguire il rifacimento della pavimentazione all‘incrocio Barberia-Nosadella-Sant’Isaia, che è programmato per la settimana di Ferragosto. Nel periodo estivo sono poi previsti lavori in piazza Malpighi anche nel tratto da Piazza San Francesco all’incrocio con via San Felice e via Ugo Bassi. Infine, nella vicina via De’ Marchi è in programma il rifacimento della pavimentazione che renderà necessaria la chiusura della strada. Un altro cantiere è previsto alla fine di via Indipendenza in direzione periferia, nella parte corrispondente a piazza XX Settembre: qui si rimuoveranno i cubetti e verrà ripristinata la pavimentazione in porfido in quattro fasi distinte per un totale di 12 settimane. La porzione interessata dai lavori sarà oggetto di restringimenti, ma non di chiusura al traffico.

Restringimenti saranno localizzati anche in via Matteotti per un intervento di ripristino di parte del parapetto e degli obelischi del cavalcavia ferroviario. Sul finire dell’estate sono programmati interventi sulla pavimentazione di via Tagliapietre (che sarà chiusa per una settimana) e per il ripristino delle aree avvallate della pavimentazione in porfido su via Saragozza, in varie aree nel tratto tra via Frassinago e via Urbana, soprattutto sulla corsia riservata ai bus. Tra i lavori programmati fuori dal centro storico nei prossimi mesi ci sono: via della Beverara, tra via Bottego e via Colombo, dove durante il rifacimento della pavimentazione sarà realizzato il senso unico di marcia; via del Lavoro, tra via Stalingrado e via Ruggeri, con senso unico durante il rifacimento della pavimentazione; via Mezzofanti, in vari tratti, sarà a senso unico per rifare la pavimentazione; via Massarenti, con restringimenti localizzati nel tratto da via Cellini alla rotonda Paradisi e senso unico in corrispondenza dell’incrocio con via Azzurra; via Ferrarese, dove per la nuova pavimentazione in vari tratti sarà istituito il senso unico; via Beroaldo, tra via dell’Artigiano e via Duse, dove la strada sarà chiusa durante i lavori di rifacimento della pavimentazione; via Stalingrado, dove per rifare la pavimentazione in vari tratti ci saranno restringimenti localizzati. Saranno poi completamente riasfaltate le rotonde Arnaldo Forni (zona Beverara/Marco Polo) e Dante Canè (zona casello Fiera). Infine sarà realizzato il nuovo marciapiede sulla via Porrettana, in prossimità dell’Arco del Meloncello e durante i lavori sarà necessario il senso unico di marcia nel tratto interessato dal cantiere.

“La manutenzione del patrimonio è fondamentale per la qualità e la sicurezza della nostra città e di tutti coloro che la vivono. Consideriamo molto importante, anche alla luce delle esperienze del passato, anticipare la programmazione di questi cantieri e di conseguenza anche la relativa comunicazione- affermano gli assessori alle Politiche per la mobilità e alla manutenzione del patrimonio, Irene Priolo e Riccardo Malagoli- per consentire a tutti coloro che a vario titolo sono interessati da questi lavori di conoscerli e ridurre al minimo eventuali disagi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»