Sanità, Dg Umberto I: “A disposizione 240 milioni per la ristrutturazione”

[video mp4="https://media.dire.it/2017/04/UMBERTO_I.mp4" poster="https://www.dire.it/wp-content/uploads/2017/04/UMBERTO_I.jpg"][/video] ROMA - "Questo è un impegno della Regione che ho preso: abbiamo un finanziamento da
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Questo è un impegno della Regione che ho preso: abbiamo un finanziamento da utilizzare di oltre 240 milioni di euro, quindi cominceremo. Forse non basteranno, ma comunque avvieremo quelle che sono le ristrutturazioni da fare al Policlinico per offrire ai pazienti la garanzia di un comfort alberghiero di altissimo livello”. Così il direttore generale del Policlinico Umberto I di Roma, Domenico Alessio, interpellato dall’agenzia Dire sui lavori di ristrutturazione dell’azienda ospedaliera, in occasione del convegno ‘I mestieri della Salute’ organizzato dall’associazione culturale Idema e in corso presso l’aula Magna dell’Istituto superiore ‘Tommaso Salvini’ della Capitale.

“Una tempistica sull’avviso dei lavori? Non ho la palla di vetro- risponde Alessio- ma i tempi sono molto lunghi, se non addirittura lunghissimi, perché ci scontriamo con i vincoli delle norme che dobbiamo comunque rispettare, senza fare nessun accenno ai ritardi della burocrazia”.

Aggiunge il direttore generale dell’Umberto I: “Questa è la nota dolente del Policlinico: una struttura che ha rappresentato e che rappresenta un punto di riferimento a livello medico e chirurgico, e che è stata celebrata proprio in occasione dell’individuazione della Capitale d’Italia nella città di Roma, ha bisogno adesso di essere rigenerata non solo dal punto di vista strutturale ma anche per quanto riguarda il parco tecnologico delle apparecchiature. Stiamo quindi costatando con una certa sofferenza che quello che rappresentava un punto di riferimento per la sanità, cioè il nostro Policlinico, da quasi 100 anni non ha subito grandi interventi di ristrutturazione”.

“Eppure all’Umberto I sono state tracciate le strade della grande chirurgia e molti medici passati da noi hanno scritto la storia. Al Policlinico- conclude Alessio- sono stati effettuati anche i primi trapianti d’organo”.



DG UMBERTO I: FORMIAMO 10% MEDICI ITALIANI L’ANNO

“Dai dati in mio possesso, formiamo circa il 10% all’anno dei medici a livello nazionale. Per quanto riguarda invece il personale appartenente alle professioni sanitarie, quindi per esempio infermieri, ostetriche e tecnici, sforiamo invece il 25%. Una mole di attività importante, quindi. Anche se la cosa che più mi preoccupa è che dopo aver realizzato questi traguardi importantissimi per i giovani molti di loro sono costretti ad andare lontano dalla città che li ha formati per trovare un posto di lavoro”. A dirlo è il direttore generale del Policlinico Umberto I di Roma, Domenico Alessio, intervistato dall’agenzia Dire in occasione del convegno ‘I mestieri della Salute’ organizzato dall’associazione culturale Idema e in corso presso l’aula Magna dell’Istituto superiore ‘Tommaso Salvini’ della Capitale.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»