hamburger menu

Genitori bimbi autistici incatenati fuori alla Regione Campania

I familiari dei pazienti con disturbi dello spettro autistico chiedono che venga abolita la delibera 131

Pubblicato:07-03-2022 17:30
Ultimo aggiornamento:07-03-2022 17:54
Canale: Napoli
Autore:
protesta genitori bimbi autistici
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

NAPOLI – Genitori di bambini autistici incatenati fuori alla sede del Consiglio regionale della Campania. La protesta si sta svolgendo fuori al palazzo del Consiglio nel centro direzionale di Napoli, mentre è in corso una riunione dell’Assise, ed è organizzata dall’associazione Insieme per l’autismo e dal gruppo CampaniaAut.

I familiari dei pazienti con disturbi dello spettro autistico chiedono che venga abolita la delibera 131 della Regione Campania relativa al percorso diagnostico terapeutico assistenziale (Pdta) per la presa in carico globale e integrata dei soggetti con disturbi dello spettro autistico in età evolutiva.

“L’Aba è un nostro diritto e non si tocca”, si legge sui cartelli esposti dai genitori. “Da qui non ce ne andiamo”, urlano dal megafono i genitori di bambini con disturbi dello spettro autistico, chiedendo un incontro con il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Il capogruppo della Lega in Consiglio Gianpiero Zinzi ha incontrato i manifestanti per ascoltare le loro istanze.

“A distanza di quasi un anno dalla delibera di giunta regionale 131 – ha spiegato Zinzi – ancora non si intravede una risposta alle legittime richieste dei genitori dei bimbi speciali. La riduzione delle ore di terapia per i pazienti autistici e la difformità di procedure adottate dalle diverse Asl sono problemi da affrontare in maniera decisa. L’approvazione di una legge regionale sull’autismo non è più rinviabile”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-03-07T17:54:11+02:00