hamburger menu

VIDEO | Giovannini a Gioia Tauro: “In Calabria investiremo 7 miliardi in infrastrutture”

"Non solo per portare l'alta velocità, ma anche per potenziare i porti, la Jonica, e consentire alla Regione di fare quel salto di qualità", assicura il ministro

07-03-2022 12:49
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

GIOIA TAURO – “Ci sono programmi di sviluppo molto importati, sulla Calabria complessivamente come Pnrr e altri fondi, investiremo nei prossimi anni 7 miliardi di euro, non solo per portare l’alta velocità, ma anche per potenziare i porti, la Jonica, e consentire alla Regione di fare quel salto di qualità che è alla sua portata e che è nell’interesse del Paese.
Il porto di Gioia Tauro, da questo punto di vista, è una eccellenza che si inquadra perfettamente nella strategia complessiva del governo di trasformare la logistica nazionale integrandola a livello europeo”. Così il ministro delle Infrastrutture e trasporti Enrico Giovannini, oggi in visita al porto di Gioia Tauro (Reggio Calabria).

“METTEREMO IN SICUREZZA LA SS 106”

Ai gionalisti che gli chiedeva del completamento dei lavori sulla Strada Statale Jonica 106 nel tratto calabrese, il ministro ha risposto: “Con il Fondo sviluppo e coesione abbiamo co programmato un investimento di oltre 200 milioni di euro che consentiranno di avviare i lavori almeno fino a Crotone. Stiamo discutendo insieme ad Anas e il commissario straordinario i tratti successivi, proprio perché abbiamo la possibilità di usare il resto del Fondo sviluppo e coesione e altri fondi nazionali, per mettere in sicurezza questa opera”.

E poi: “L’investimento del raddoppio della galleria Santomarco, tra Paola e Cosenza, fa parte della scelta strategica del governo di connettere i porti attraverso le ferrovie, Rfi lo annuncerà a breve insieme al presidente della Regione Calabria Occhiuto”, ha sottolineato ancora Giovannini nel corso della sua visita al porto di Gioia Tauro.

OCCHIUTO: “CALABRIA HUB PER SVILUPPO DEL MEZZOGIORNO

Sul tema della viabilità la Regione ha proposto le proprie idee nel Contratto di programma ad Anas, che verrà valutato insieme a quelli delle altre Regioni. Confido nell’apertura di credito che il governo nazionale sta dimostrando dei confronti della Calabria, anche in ordine alla possibilità di intervenire rispetto alle infrastrutture stradali che non possono essere finanziate con il Pnrr, ma possono trovare finanziamenti nel Fsc e, nel mio auspicio, anche i parte del Fondo complementare”. Così il presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto, oggi in visita al porto di Gioia Tauro (Reggio Calabria), insieme al ministro delle Infrastrutture e trasporti Enrico Giovannini. “La presenza del ministro – ha aggiunto – dimostra l’attenzione del governo verso i problemi della Calabria considerata come territorio hub importante per lo sviluppo dell’interno Mezzogiorno del Paese”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-03-07T12:49:17+02:00