Sanremo, polemica su endorsement Ferragni. Fedez: “È mia moglie…”

Chiara Ferragni ha attirato attorno a sé una nuova valanga di polemiche per un endorsement che ha fatto storcere il naso a più di un telespettatore.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SANREMO – Una lunga serie di storie per chiedere ai suoi oltre 22 milioni di followers di votare Fedez e Francesca Michielin al Festival di Sanremo nella serata finale. Così Chiara Ferragni ha attirato attorno a sé una nuova valanga di polemiche per un endorsement che ha fatto storcere il naso a più di un telespettatore. Una moltitudine di persone che l’accuserebbe, in pratica, di aver spinto la risalita della canzone – ‘Chiamami per nome’ – in classifica verso il podio e il secondo posto ottenuto.

LEGGI ANCHE: Sanremo, i Maneskin vincono il Festival. E lo share premia Amadeus

Oggi a rispondere alle critiche è Fedez etichettando la questione come “polemica sterile”. “Mi hanno sempre insegnato che una famiglia si sostiene sempre- dice l’artista al secolo Federico Lucia- mi reputo fortunato che mia moglie sia Chiara Ferragni”.

Il rapper difende, perciò, il gradimento del brano scelto da Amadeus per la 71esima edizione del festival: “La canzone è stata prima in classifica dappertutto prima che intervenisse mia moglie, c’è stato uno riscontro oggettivo da parte del pubblico”. I risultati parlano chiaro: Fedez e Michielin hanno debuttato alla numero uno di Spotify Italia, Apple Music, iTunes ed Amazon Music. E sulla questione Fedez chiosa: “Cosa volevate aspettarvi da mia moglie? È mia moglie”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»