Olimpiadi 2026, ‘Dado’ o ‘Futura’: ecco il loghi per Milano Cortina

Il logo dell'edizione 2026 dei Giochi di Milano Cortina verrà scelto dal pubblico attraverso una votazione su tutte le piattaforme social dei Giochi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Non era mai accaduto prima nella storia delle Olimpiadi. Il logo dell’edizione 2026 dei Giochi di Milano Cortina verrà scelto dal pubblico attraverso una votazione su tutte le piattaforme social dei Giochi, che si terranno in Italia tra 5 anni. A presentare i loghi sono stati Alberto Tomba e Federica Pellegrini dal palco del Festival di Sanremo, durante la serata finale della kermesse: ‘Dado’ e ‘Futura’ i nomi che contraddistinguono i due simboli, che in comune hanno il numero 26.

Prende dunque il via dal palco di Sanremo la grande avventura delle Olimpiadi e Paralimpiadi Invernali di Milano Cortina 2026. Nel corso della finale del Festival, due fuoriclasse assoluti del nostro sport, i campioni Olimpici Federica Pellegrini e Alberto Tomba, insieme ad Amadeus, hanno svelato in esclusiva mondiale i due possibili loghi dei Giochi italiani che da oggi saranno sottoposti a voto popolare sul sito e sulla App di Milano Cortina 2026. Per la prima volta nella storia, il simbolo di un’Olimpiade sarà scelto dalla gente.

Per quanto riguarda l’emblema Paralimpico, è attualmente in fase di sviluppo e stiamo lavorando a stretto contatto con il Comitato Internazionale Paralimpico per la sua realizzazione. L’emblema Paralimpico sarà rivelato in breve tempo con un evento dedicato. Valori dello sport e sostenibilità: gli elementi chiave della sfida di Milano Cortina 2026 sono rappresentati nei due emblemi in votazione, soprannominati ‘Dado’ e ‘Futura’. Elementi complementari e non antitetici per un’edizione dei Giochi che rappresenta un’occasione per l’intero Paese e vuole essere davvero di tutti.

La votazione sull’Emblema Olimpico resterà aperta per due settimane sul sito www.milanocortina2026.org e sull’app Milano Cortina 2026. Il risultato verrà quindi annunciato in una puntata speciale dei Soliti Ignoti su Rai1 dedicata ai Giochi Olimpici e Paralimpici di Milano Cortina 2026. Sul palco dell’Ariston, Pellegrini ha presentato ‘Dado’. Il video lo descrive così: ‘Servono determinazione e lealtà per affrontare ogni sfida, per raggiungere i nostri obiettivi. Tutti possiamo imparare dal coraggio degli atleti Olimpici e Paralimpici. Insieme possiamo costruire un mondo migliore attraverso lo sport. Un mondo in cui tutti possono giocare e vincere. Milano Cortina 2026: entra nei giochi!’.

Alberto Tomba ha invece svelato ‘Futura’. “I gesti più semplici e naturali possono cambiare il mondo”, recita il video di presentazione. “Nello sport e nella vita le grandi vittorie si conquistano giorno per giorno, gesto dopo gesto. Le Olimpiadi e le Paralimpiadi sono un’occasione unica per lasciare un segno leggero e bellissimo. Milano Cortina 2026: il futuro è una vittoria di tutti”.

Pellegrini e Tomba, primi Ambassador di Milano Cortina 2026, sono stati inoltre protagonisti di un siparietto ‘sportivo’ che li ha visti lanciare un appello al voto a parti invertite: Federica ha invitato gli spettatori a votare per ‘Futura’, mentre Alberto ha invitato il pubblico a votare per ‘Dado’. “Questi Giochi saranno una vetrina straordinaria e una grande occasione per il Paese. Saranno i Giochi di tutti- le parole della ‘Divina’- e tutti devono partecipare a partire da questo voto sull’App e sul sito di Milano Cortina 2026″. Le ha fatto eco Tomba: “Vorrei veramente che fossero i Giochi di tutti gli italiani. Saremo tutti parte di una bellissima avventura a cominciare da oggi. Per la prima volta gli italiani sono invitati a scegliere quale sarà il logo dei Giochi Olimpici, quindi votate e che vinca il migliore”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»