Piano acque, il Pd attacca: “Giunta Toti? Dilettanti, si rischiano danni enormi”

GENOVA - "Dilettanti allo sbaraglio, ma pericolosi". Così i consiglieri regionali del Partito democratico definiscono la giunta Toti,
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

GENOVA – “Dilettanti allo sbaraglio, ma pericolosi”. Così i consiglieri regionali del Partito democratico definiscono la giunta Toti, al termine di una seduta di Commissione Territorio e Ambiente. “Il nuovo colpo di teatro della giunta Toti- dicono Raffaella Paita, Luca Garibaldi e Giovanni Lunardon facendo riferimento alla proposta di modifica del Piano di tutela delle Acque presentata questa mattina- oltre a dimostrare ancora una volta che questo governo della Regione Liguria sembra uscito dal cast della Corrida di Corrado, rischia di provocare danni enormi al territorio” mettendo a rischio i progetti per i depuratori del Tigullio orientale e dell’area centrale genovese, a Cornigliano.

Secondo i rappresentanti dem, “per mascherare gli imbarazzi e i problemi tutti interni al centrodestra, l’assessore Giampedrone ha infatti presentato un emendamento che stralcia dal Piano di tutela delle Acque gli interventi” dei due depuratori, “senza aggiornare le misure”. Il provvedimento provocherebbe per i membri dell’opposizione “un caos generalizzato”. I consiglieri democratici sottolineano che “il depuratore del Tigullio orientale rappresenta l’ultima chance per evitare di incorrere nell’infrazione europea che scatterà nel 2017. Ma con quest’emendamento Giampedrone (assessore regionale all’Ambiente, ndr) mette in discussione il percorso approvato a novembre dalla Città metropolitana e ci porta dritti a pagare l’infrazione comunitaria”.

R. Paita
Raffaella Paita

Per quanto riguarda il depuratore di Cornigliano, invece, si tratta di un’opera “attesa da anni dai cittadini della zona costretti convivere con i cattivi odori prodotti dall’attuale impianto” e per la quale “sono stati già spesi, e scaricati in tariffa, alcuni fondi necessari alle opere propedeutiche. La scelta della giunta Toti rischia di assestare un duro colpo a quest’impianto e di mettere a repentaglio gli investimenti fatti e quelli ancora da mettere in atto”. Paita, Garibaldi e Lunardon concludono definendo “pilateschi” gli atteggiamenti della giunta che, con questo emendamento, se approvato, provocherebbe “danni ingenti sia dal punto di vista economico sia dal punto di vista ambientale a tutta la Liguria, sconfessando un lavoro durato molti anni”.

di Simone D’Ambrosio, giornalista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»