Lorenzin: “Confronto con i sindacati allargato al Governo”

"Non entro sulla questione sciopero perché sono decisioni che attengono i medici e che rispetto"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

beatrice lorenzin

ROMA – “Quello di mercoledì con il sottosegretario De Vincenti e il ministro Madia sarà un incontro che seguirà quello che ho già avuto con i sindacati medici, quindi allarghiamo l’attività di ascolto del governo nei confronti delle associazioni e del comparto. Si tratterà di un momento in cui il governo, tutto, ascolterà quelle che sono le necessità e i bisogni delle categorie”. Così il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, intervistata dai giornalisti a margine dell’inaugurazione oggi a Roma del ‘Centro di medicina e chirurgia ricostruttiva pelvica femminile” al Policlinico Agostino Gemelli.

“Per me è importante andare avanti in una dimensione di ascolto- ha proseguito- anche perché è giunto il momento, passo dopo passo, di sistemare come come stiamo facendo il sistema sanitario nazionale, mettendolo in efficienza. Abbiamo applicato il patto della salute e oggi abbiamo anche un nuovo spiraglio grazie ad alcune risorse in più rispetto a quanto si poteva prevedere lo scorso anno. E tali risorse, come ho già detto in passato, possono andare sulle politiche del personale e su quelle del farmaco. Due aspetti, questi, di cui abbiamo assolutamente necessità”. Ma dopo l’incontro di mercoledì c’è possibilità che lo sciopero venga revocato? “Non entro sulla questione sciopero- ha risposto infine Lorenzin ai giornalisti- perché sono decisioni che attengono i medici e che rispetto”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»