Roma, Giachetti sulla tomba di Petroselli: “Sindaco degli esclusi”

"Il primo giorno da candidato lo dedico a Luigi Petroselli, sindaco di piccole e grandi cose, degli esclusi e dei deboli", scrive Giachetti su twitter
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

giachetti_petroselli

ROMA – Roberto Giachetti, da ieri sera candidato a sindaco di Roma del centrosinistra, questa mattina ha lasciato la Capitale per recarsi a Viterbo, nel cimitero di San Lazzaro, dove si trova la tomba di Luigi Petroselli, primo cittadino di Roma dal 1979 al 1981. “Il primo giorno da candidato lo dedico a Luigi Petroselli, sindaco di piccole e grandi cose, degli esclusi e dei deboli“, scrive Giachetti su twitter.

Leggi: Roma, Giachetti vince primarie centrosinistra: “Oggi amichevole”

Si sono concluse questa notte alle 22 le primarie del centrosinistra a Roma. Vittoria schiacciante per il candidato renziano Giachetti che nel suo primo discorso ha detto: “Oggi abbiamo giocato un’amichevole, ma io intendo vincere le elezioni a Roma e non è così scontato. Noi siamo in campo per vincere e io voglio vincere a modo mio restando una persona onesta e libera soprattutto. Così, libera e onesta sarà la mia campagna elettorale da qui al 5 giugno. Se qualcuno vuol far gara a chi è più onesto si accomodi. Ma oltre che su questo, che per me è di default, vorrei anche un confronto sui contenuti e sulle idee per la città”.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»