Il film sull’autismo ‘Music’ è lettera d’amore per chi non ha voce

Il film della cantautrice australiana Sia è stato molto critcato. Pochi giorni fa l'annuncio della candidatura a due Golden Globes
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Questo film è una lettera d’amore per tutti coloro che sentono di non avere mai avuto una voce“. Con queste parole Sia, la cantautrice australiana, accompagna sul suo profilo Instagram l’ultimo post, pubblicato due giorni fa per annunciare l’imminente uscita negli Stati Uniti del film ‘Music‘, di cui è sceneggiatrice e regista.

Potrebbe sembrare un semplice post dedicato all’uscita di una nuova pellicola, ma non è così. ‘Music’, infatti, è accompagnato da critiche sin dalla pubblicazione del trailer lo scorso novembre. Il film racconta la storia di una donna, Kazu (interpretata da Kate Hudson), che si ritrova tutrice della sua sorellastra, Music, una ragazza con autismo non verbale. È proprio il personaggio di Music e la rappresentazione che viene data del suo disturbo ad aver scatenato polemiche, in particolare da parte delle associazioni di persone con disturbi dello spettro autistico. Sia è stata accusata di aver tratteggiato un ritratto superficiale, infantile, non realistico dell’autismo; di aver sbagliato a non far mai proferire una sola parola a Music, sebbene venga presentata come un’autistica non verbale. Molto criticata è stata anche la scelta di un’attrice non autistica per quel ruolo, la ballerina e musa di Sia, presente in diversi suoi video musicali, Maddie Ziegler. A questo proposito, la produzione del film ha spiegato di aver tentato questa strada ma che la recitazione e la vita sul set si sono rivelate troppo stressanti per l’attrice autistica scelta all’inizio.

Sia ha difeso strenuamente il suo film. Infine, in seguito alla candidatura a due Golden Globe (miglior musical e miglior attrice protagonista per Kate Hudson), annunciata qualche giorno fa, ha chiesto scusa, in un tweet, ammettendo di aver dato ascolto alle persone sbagliate e di non aver approfondito a sufficienza l’argomento. Ha annunciato di aver deciso di tagliare alcune scene presenti nel primo trailer e molto criticate. Il tweet non è tuttavia più visibile perché l’account Twitter della cantante è stato disattivato. L’uscita del film in Italia è attesa per la fine di febbraio.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»