Antonella Clerici scoppia in lacrime a Sanremo: “Da troppo lontana da Rai Uno”

La popolare conduttrice ha pianto dopo l'intervento del direttore Stefano Coletta: "Una bestemmia che Antonella Clerici non sia presente su Rai Uno da molto tempo", aveva detto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SANREMO – Da molto tempo lontana da Rai Uno, Antonella Clerici questa sera accompagnerà Amadeus sul palco del Festival di Sanremo insieme a Francesca Sofia Novello. Ma a farla scoppiare in lacrime, durante la conferenza quotidiana con i protagonisti della kermesse, è stato Stefano Coletta, direttore della rete ammiraglia. “Io trovo che sia una bestemmia che Antonella Clerici non sia presente su Rai Uno da molto tempo”, ha detto Coletta. “La ritengo una donna legata a un registro ludico come l’abbiamo vista nella sua evoluzione e una donna autorevole. Io credo che Rai Uno -ha continuato il direttore- debba tornare nei volti, nelle conduzioni e nei riferimenti delle persone che guardano la rete ammiraglia. Lei è coraggiosa e autentica: non ha mai creato dei filtri con i telespettatori. Per me Antonella sarà un asset della rete. Vorrei costruire un suo ritorno in tv meno prevedibile, mantenendo il suo codice di leggerezza e profondità. Antonella è una donna sorprendente che si mette in gioco”.

La conduttrice non ha contenuto l’emozione ed è scoppiata in lacrime dopo le parole di Coletta. “Sono lacrime di gioia e di riconoscenza perché è stato un anno complicato“, ha detto Clerici. “Emozionante essere qua e sentire queste parole e l’affetto, ne avevo un po’ bisogno. Ultimamente -ha continuato la conduttrice- è mancato il mio spirito giocoso e non vedo l’ora di ritirarlo fuori. Coletta mi piace come direttore perché è un grande intenditore di televisione: per una volta voglio affidarmi e non prendere l’iniziativa”. In merito al suo momento difficile, però, Clerici non ha voluto aggiungere nulla.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

7 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»