Filiera Open Innovation e industria 4.0 protagoniste a Caserta

Digital skills e welfare aziendale al centro del convegno dell'8 febbraio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Solo il 5% delle aziende ha fatto il salto nella quarta rivoluzione industriale, impiegando le tecnologie in modo trasversale in tutti i processi produttivi. Meno di un terzo ha fatto almeno un investimento per digitalizzare i propri processi produttivi. Un altro 25% “ci sta pensando” e il restante 50% ritiene che la rivoluzione di Industry 4.0 “non lo riguardi o sia una bolla”.

Questi i dati emersi da una ricerca dell’università di Brescia che monitora costantemente, attraverso un campione di un centinaio di aziende manifatturiere, lo stato di avanzamento verso l’adozione delle tecnologie 4.0.

Quelle presentate sono cifre che portano alla ribalta la scarsa informazione che ancora caratterizza, nel mondo dell’impresa, l’importante provvedimento che punta sugli incentivi fiscali per l’acquisizione di macchinari attraverso i quali innovare il ciclo produttivo di un’azienda. Ed è proprio l’informazione alle imprese l’obiettivo dell’incontro che si svolgerà a Caserta il prossimo giovedì 8 febbraio, presso l’hotel Golden Tulip Plaza. Tema dell’appuntamento sarà ‘Il Fisco 4.0 e la filiera dell’open innovation’.

Organizzato da Smart Job SpA, Agenzia per il Lavoro, e da Generali Italia, attraverso l’agenzia Generale di Capodrise, il convegno – dopo i saluti dell’amministratore unico di Smart Job SpA Giuseppe Di Donato e dell’agente Generale dell’agenzia Generale di Capodrise Giuseppe Carito – vedrà l’intervento di Simona Giorgetti del ministero dello Sviluppo Economico, che illustrerà le priorità del governo per una nuova strategia di politica industriale. Gli incentivi fiscali legati a Industria 4.0, in grado di produrre un effetto moltiplicatore dei benefici per la filiera, saranno analizzati dagli avvocati Belli Contarini, Mameli e Romanelli dello Studio Legale e Tributario Fantozzi e Associati, cui farà eco il punto di vista dei commercialisti, espresso dal presidente della sede di Caserta dell’Associazione Nazionale Commercialisti, Umberto D’Alò. Delle nuove sfide del mondo del lavoro, in particolare digital skills e profili professionali 4.0, parlerà Virgilio Pagliaro, direttore generale di Smart Job. Altro tema di particolare interesse sarà il nuovo welfare 4.0, di cui, grazie all’Index Welfare PMI di Generali Italia, ogni azienda interessata potrà conoscere il proprio livello raggiunto. Su questo ed altri aspetti si soffermerà Michela Berto, responsabile welfare aziendale di Generali Italia. Di grande respiro internazionale l’intervento di Raffaele Mauro, Managing Director di Endeavor Italy, che parlerà di ‘Capitale di rischio e scale up internazionale: le nuove opportunità’. Gli strumenti finanziari a sostegno degli investimenti per le imprese che investono in innovazione saranno illustrati, infine, da Antonio Vella, responsabile area Ricerca e Innovazione della Banca del Mezzogiorno – Mediocredito Centrale.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»