Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Boldrini: “Ricevo minacce perchè denuncio il fascismo. Salvini è un cattivo maestro”

La presidente della Camera nel corso di una intervista negli studi di Radio Popolare
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “C’e’ una motivazione alla base delle minacce che ricevo. Non giro attorno alle cose: l’impegno che da anni metto nel denunciare l’insorgere di gruppi fascisti, anche sulla rete, con pagine apologetiche e l’apologia e’ un reato. Poi avere fatto sempre una battaglia per i diritti delle donne. E poi perche’ mi batto per i diritti di tutti perche’ una societa’ e’ piu’ coesa se si garantiscono i diritti. Tutto questo non viene accettato da uno zoccolo duro di misoginia e cultura retrograda che non accetta che una donna faccia questo. Su di me si scatena una furia di una galassia di estrema destra e di cattivi maestri che si scatenano in tv. Matteo Salvini e’ uno di questi”. Lo ha dichiarato la presidente della Camera, Laura Bolrdini, nel corso di una intervista negli studi di Radio Popolare.

LARGHE INTESE ALLONTANANO ELETTORI

“Quando si fanno grandi coalizioni mettendo insieme partiti che non dovrebbero stare insieme si alimenta la sfiducia nei cittadini. Se si mettono insieme partiti agli opposti il cittadino non lo tollerera’. Le grandi intese sono state un motivo aggiuntivo di delusione dell’elettorato di sinistra”.

IO IL CONTRARIO DELLA CASTA

La accusano di essere la casta. “E’ il mondo alla rovescia. Per 25 anni ho lavorato nei posti piu’ difficili del pianeta per aiutare le persone. Se poi sono entrata nelle istituzioni io mi onoro di farlo portando dentro i miei valori”.

SALVINI ALIMENTA ODIO E RABBIA

Matteo Salvini e’ il mandante morale delle minacce contro di lei? “Salvini alimenta odio e rabbia contro diversi soggetti sociali e contro di me perche’ lui ha deciso che io dico che tutti i migranti devono venire in Italia. Non e’ vero, e’ l’ennesima fake news, io dico che chi chiede protezione ha diritto di farlo nel rispetto delle procedure e delle norme. Chi dice che voglio l’invasione e’ in malafede, vuole demonizzare me e farmi diventare capro espiatorio”.

BENE DELRIO CONTRO IL FASCISMO

“Mi fa piacere che Delrio abbia parlato contro razzismo e fascismo. Non e’ troppo tardi”. Non e’ che ha vinto la destra sull’immigrazione? “C’e’ stata una grande strumentalizzazione, anche i media hanno responsabilita’, inseguono chi la spara piu’ grossa e dice cose piu’ estreme perche’ si pensa faccia ascolto. Di Maio disse taxi del mare poi si e’ rimangiato tutto perche’ agli osservatori internazionali non fa piacere. Quella affermazione significa non soccorrere i migranti in mare. Dovremmo dire 1000 volte grazie alle Ong e non accettare quella narrazione feroce che ci porta verso il baratro dell’umanita’”.

FENOMENO MIGRATORIO NON GESTITO BENE

“Il veleno si e’ diffuso quando chi doveva fare argine a questa narrazione non l’ha fatto ma anche perche’ il fenomeno migratorio non e’ stato gestito bene. La legge e’ ancora la Bossi-Fini che sembra fatta per non essere rispettata. Rimprovero al Pd di non essersi occupato di questo tempo a cominciare dalla Bossi-Fini, la legge che non funziona. Salvini si ricordi che se la questione non funziona si deve alla legge loro, la Bossi-Fini. Capisco lo scontento e il senso di paura delle persone, non le biasimo, biasimo chi fomenta questa paura e ha interesse non a gestire il fenomeno ma ha interesse a che nulla sia fatto, altrimenti come potrebbero gestire il consenso?”. La presidente della Camera, Laura Boldrini, concludendo l’intervista negli studi di Radio Popolare.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»