Rimini-San Marino, l’assessore Frisoni: “Link rapido è strategico”

[caption id="attachment_104411" align="alignleft" width="200"] Augusto Michelotti[/caption] SAN MARINO - "Per noi, per
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Augusto Michelotti

SAN MARINO – “Per noi, per tutta la Riviera, la realizzazione di un link di trasporto pubblico con San Marino è una questione strategica”. Con queste parole, l’assessore alla Mobilità del Comune di Rimini, Roberta Frisoni, coglie con favore la possibilità di creare un nuovo progetto per il collegamento rapido tra la città malatestiana e il Titano, proposta rilanciata ieri dal neo segretario di Stato per il Territorio della Repubblica di San Marino, Augusto Michelotti. Nel corso dell’appuntamento settimanale con la stampa dei rappresentanti del governo sammarinese, il Segretario di Stato Michelotti ha infatti caldeggiato un collegamento rapido Rimini-San Marino su monorotaia, da agganciare alla linea metropolitana costiera di Rimini. La risposta da parte dei vicini di casa non si è fatta attendere: “Seguiamo con molto interesse le recenti prese di posizione del governo della Repubblica di San Marino- dichiara oggi Frisoni in una nota stampa- che, attraverso le dichiarazioni del suo Segretario di Stato Augusto Michelotti, ha riportato al centro del dibattito la possibilità di far nascere un nuovo progetto per il collegamento rapido Rimini – San Marino”.

Per questo “ci attiveremo affinché in tempi brevi alle dichiarazioni- prosegue l’assessore- possa seguire uno sviluppo concreto degli interessi manifestati”. Frisoni ricorda poi come di questo progetto “se ne ragioni da parecchio tempo”. Anche perchè “è palese- sottolinea- come sia quanto mai necessario un intervento che renda la viabilità stradale più fluida di quanto sia ora, ma soprattutto più sicura e anche, proprio per i flussi di traffico che ne fanno la strada più trafficata dell’intero territorio provinciale, meno inquinante e più sostenibile”. Sul tavolo, spiega Frisoni, da qualche anno ci sono già studi preliminari della Provincia di Rimini che hanno analizzato “i punti di forza e di debolezza delle diverse ipotesi che potrebbero essere messe in campo”. Tra queste, “prima fra tutte- prosegue- l’idea del recupero del tracciato della preesistente ferrovia“, rispetto cui sulla carta sono state anche tracciate “soluzioni tecniche che già individuavano ipotesi del tracciato di 25,7 Km che avrebbe toccato, partendo da Rimini Ferrovia per arrivare a San Marino ex Stazione FS, 7 stazioni”. Di qui l’auspicio della portavoce dell’amministrazione di Rimini affinchè “tavoli di lavoro” su cui affrontare tematiche tecniche “possano far seguito a queste manifestazioni d’interesse iniziali”. Infine, Frisoni mette in chiaro che per l’integrazione di una nuova rete nel sistema della mobilità riminese “non è indifferente l’adozione di un sistema da un altro”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»