Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Dalla Germania a Firenze, il Bundestag a ‘scuola’ di accoglienza migranti a Villa Camerata

FIRENZE - Cinque parlamentari tedeschi sono arrivati oggi all’ostello della
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FIRENZE – Cinque parlamentari tedeschi sono arrivati oggi all’ostello della gioventù di Firenze per incontrare ideatori, operatori e ospiti del progetto Accoglienza Solidale.

L’ACCOGLIENZA SOLIDALE A VILLA CAMERATA

Incuriositi e per studiare più da vicino il modello proposto in Toscana, la  delegazione del Bundestag ha fatto visita all’ostello di Villa Camerata dove Aics, Associazione italiana cultura sport, con la collaborazione di Aig, Associazione italiana ostelli della gioventù, accoglie 96 migranti.

I deputati tedeschi, in rappresentanza di tutti i partiti presenti nel Bundestag, hanno incontrato ideatori, operatori e ospiti del progetto, oltre che i rappresentanti di tutti gli enti e le associazioni coinvolte nei programmi di integrazione. La visita della delegazione guidata da Gero Storjohann (Cdu-Cus) servirà loro a capire in che misura l’esempio toscano possa essere esportato anche all’estero. Nel dettaglio, con i rappresentanti delle istituzioni e con gli operatori, sono stati illustrati ai parlamentari tedeschi tutti i progetti nei quali i giovani richiedenti asilo sono stati coinvolti nell’intento della creazione di una cittadinanza attiva.

Tra i presenti, oltre alla dirigente della Prefettura Alessandra Terrosi, all’assessore regionale all’immigrazione Vittorio Bugli, a quello comunale all’accoglienza Sara Funaro, e alla coordinatrice di Aics Accoglienza solidale Valeria Gherardini, anche il presidente nazionale Aics, Bruno Molea.

“Accogliere i migranti in una struttura come un ostello della gioventù, luogo di incontro tra culture per antonomasia, ha creato l’alchimia perfetta a costruire l’accoglienza come la sognavamo: puntando all’integrazione di questi ragazzi con la comunità- ha commentato Molea. Con il volontariato sociale, l’assistenza agli anziani, la partecipazione agli eventi sportivi, facciamo in modo che i giovani migranti imparino a far parte di questa comunità, e che i cittadini imparino a riconoscerli come parte della propria comunità. Attualmente Aics Accoglienza solidale ospite giovani richiedenti asilo a Firenze e a Napoli, ma puntiamo ad allargare il progetto ad altre città d’Italia dove ci siano alberghi della gioventù, e ad esportarlo all’estero. Per questo, la visita dei parlamentari tedeschi è un’ottima occasione per mostrare anche all’Europa la nostra esperienza come una buona pratica di accoglienza”.

Si è parlato dell’impegno dei giovani migranti come ‘angeli del bello’ a servizio della comunità, dei progetti sportivi come strumento di coesione sociale, dell’impegno come volontari a servizio degli anziani in vacanza, e come bonificatori dell’Arno. Sono stati poi illustrati tutti gli altri progetti culturali che hanno visto e vedono coinvolti i ragazzi accolti da Aics Accoglienza Solidale: quelli di lingua italiana e culturali, quello teatrale, quelli sportivi, grazie ai quali i giovani migranti stanno costruendo il proprio percorso di cittadinanza e le proprie competenze professionali.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»