Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Scuole chiuse in Calabria, genitori ricorrono al Tar. Spirlì: “Scandaloso”

"Pronto a combattere" dichiara il presidente facente funzioni. La sua ultima ordinanza ha prorogato la chiusura delle scuole fino al 31 gennaio 2021
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA – “Sono scandalizzato e non di meno pronto a combattere fino all’ultimo secondo. Ho già dato mandato ai legati di occuparsi di questa vicenda, perché è oltraggioso e vergognoso questo braccio di ferro che il solito gruppo di genitori sta portando avanti”. Così il presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì sul ricorso al Tar presentato da alcuni genitori contro l’ultima ordinanza della Regione che proroga la chiusura delle scuole fino al 31 gennaio 2021. “Questo – ha aggiunto – è l’ennesimo ricorso presentato contro un’ordinanza che vuole tutelare la salute dei ragazzi e dei loro familiari. Mi auguro che come sempre – ha concluso Spirlì – i magistrati sappiano leggere le carte e si ricordino della frase sulla parete delle aule di giustizia: la legge è uguale per tutti”.

LEGGI ANCHE: In Calabria le scuole restano chiuse

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»